Spotify Fresh Finds

Si chiama <<Fresh Finds>> ed è la nuova playlist inaugurata in data odierna da Spotify. L’intento è presto detto: dar risalto agli artisti emergenti affinché le loro tracce vengano conosciute in misura sempre maggiore dagli amanti della musica e non solo. La popolare piattaforma di streaming  continua dunque ad ampliare la propria (e ricca) offerta, non curante del successo raggranellato dal rivale Apple Music, che qualche settimana addietro ha mestamente sfondato il traguardo degli undici milioni di abbonati al servizio di Cupertino.

L’esperimento effettuato di recente con <<Discover Weekly>> (la playlist settimanale dei brani scelti da Spotify in base alla cronologia di ascolti dell’utente e di quella degli altri fruitori del servizio) è stata certamente fruttuosa, ed ecco perché la piattaforma di streaming musicale attiva dal 2006 rilancia con il nuovo Fresh Finds, nel tentativo di migliore l’utilizzo di Spotify e, per converso, ampliare i gusti personali di chi è solito utilizzarlo. La playlist sarà aggiornata a cadenza settimanale (ogni mercoledì, nello specifico) ed avrà il compito di mettere in evidenza la schiera di artisti non conosciuti dal grande pubblico.

Il meccanismo attraverso il quale verrà composta la playlist è promiscuo, allorché fa riferimento ad una combinazione uomo – macchina: i brani saranno infatti scandagliati attraverso siti internet, blog e recensioni, mescolando i modelli di ascolto degli utenti Spotify (i <<tastemaker>>, capaci di prevedere i trend di ascolto) legati a variabili quali il numero di preferenze, di riproduzione e ad altri requisiti non ancora divulgati al fine di preservare la genuinità del risultato e del servizio offerto.

Le playlist includono: Fire Emoji (musica hip-hop), Basement (elettronica), Hiptronix (pop vocale), Six Strings (chitarra) e Cyclone (sperimentale). Contestualmente all’ufficializzazione di Fresh Finds, Spotify ha altresì annunciato il supporto con Facebook Messenger.

via