Cari lettori, oggi vogliamo trattare un argomento molto importante e delicato, ovvero la sicurezza online. Anche se siamo nel 2016, ci sono ancora persone che usano password davvero banali, come ad esempio 1234 per potreggere dati sensibili. Se invece fate parte di quella categoria di persone che, cambiamo periodicamente la propria password, oppure ne scelgono una davvero complessa come ad esempio %!£”Frefsdf/(, potete stare tranquilli poichè la vostra sicurezza è al sicuro. Passiamo invece a parlare alla maggior parte degli utenti, SplashData ha pubblicato una lista dove vengono elencate le 25 password più usate nel 2015, non ci crederete ma la password più usate come poi vedrete voi stessi, è 123456.

Ecco la lista stilata da Splashdata con le 25 password più usate nel 2015:

1. 123456 (=)
2. password (=)
3. 12345678 (+1)
4. qwerty (+1)
5. 12345 (-2)
6. 123456789 (=)
7. football (+3)
8. 1234 (-1)
9. 1234567 (+2)
10. baseball (-2)
11. welcome (nuova)
12. 1234567890 (nuova)
13. abc123 (+1)
14. 111111 (+1)
15. 1qaz2wsx (nuova)
16. dragon (-7)
17. master (+2)
18. monkey (-6)
19. letmein (-6)
20. login (nuova)
21. princess (nuova)
22. qwertyuiop (nuova)
23. solo (nuova)
24. passw0rd (nuova)
25. starwars (nuova)

splashdata

Questa è la lista stilata da Splashdata, i dati arrivano da due milioni di password rubate dagli hacker nel corso del 2015, gli account coinvolti sono per lo più provenienti dal Nord America e dall’Europa Occidentale. Ora, vorrei invitare tutti voi a soffermarvi un attimo e riflettere, se la vostra password figura in questo elenco, vi consigliamo vivamente di andare di corsa a cambiarla, poichè ci sono sempre più malintenzionati che ogni giorno provano a fare la loro fortuna rubando password a persone innocenti, ma soprattutto a persone che non pensano nemmeno che qualcun’altro potrebbe impadronirsi delle proprie credenziali e creare non pochi problemi. Terminiamo questo articolo dicendo che anche lo scorso anno Splashdata ha pubblicato una lista con le password più comuni nel 2014, ma con molto rammarico, devo dire che sono state davvero poche le persone che si sono soffermate a leggere quella classifica, poichè quest’anno molte delle password presenti nella lista, sono le stesse che erano presenti nel 2014. Più di mettervi all’erta, non possiamo fare, speriamo di avervi messo la pulce nell’orecchio, in modo che possiate correre ai ripari e salvare eventuali danni.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteCoolpad Max, lo smartphone con RAM da 3 GB!
Prossimo articoloBootloop, problemi piuttosto seri per LG G4