Spazio iCloud terminato? Ecco i consigli di Apple

Spazio iCloud terminato? Ecco i consigli di Apple

Tutti i possessori di dispositivi iOS si sono ritrovati, o si ritroveranno almeno una volta con una notifica molto chiara da un giorno all’altro, ovvero: “lo spazio di archiviazione iCloud non è sufficiente”. A questo punto, in molti si chiederanno “cos’è iCloud?” oppure “non ho più memoria sul telefono?”. La risposta è molto semplice ad entrambe le domande, e ora andiamo a scoprirle insieme.

Cos’è iCloud?

iCloud è lo spazio virtuale di proprietà dell’azienda di Cupertino che riesce a collegare qualsiasi dispositivo iOS che presenta il medesimo account. Può essere paragonato ad una comunissima USB ma “invisibile”. Tra i servizi simili e sicuramente più famosi troviamo: Dropbox, OneDrive o Google Drive. Di base, e quindi gratuitamente, iCloud offre 5GB utilizzabili per l’archiviazione di qualsiasi tipo di file. Il problema è che gli utenti meno esperti che acquistano per la prima volta un iPhone o un iPad, ignorano il fatto che di default tutte le foto scattate, i video registrati, i backup software, i calendari, le note e molto altro vengono automaticamente inseriti in questo spazio virtuale, saturando quindi i 5GB in pochissimo tempo.

Ciò vuol dire che la memoria fisica del vostro dispositivo non si è ancora riempita totalmente, ma è successo solo a quella “virtuale” di cui abbiamo appena parlato. Per cercare di svuotare, o quantomeno capire quali sono gli elementi che occupano maggiormente il servizio Apple mette a disposizione un pannello specifico all’interno delle impostazioni. Qui si potrà quindi analizzare tutta la memoria ed eventualmente aumentare lo spazio di archiviazione, pagando una determinata somma annuale. Tutto sarà più chiaro dopo aver visto il video tutorial del supporto ufficiale.

FONTE: Apple Support