Sony Xperia X
Sony Xperia X

Il Mobile World Congress 2016 di Sony ha messo in evidenza una buona dose di sorprese, con l’inedita gamma Xperia X svelata in pompa magna a dispetto di chi riteneva invece plausibile il debutto del successore dello smartphone presentato in occasione dello scorso IFA 2015. A quanto pare, sembrerebbe che dietro al clamoroso dietrofront si nasconda un mutamento sostanziale delle strategie del colosso nipponico, che avrebbe cestinato l’ormai reiterata gamma Xperia Z in favore di un progetto più <<fresco>> e capace, per converso, di rilanciare un brand in forte crisi.

Xperia X è il futuro, dunque, ed a tale stregua non vi sarà all’orizzonte nessun Z6, magari corroborato per l’occasione dal prestante nonché in voga processore Snapdragon 820 (comunque implementato sulla variante <<Performance>> della nuova line-up di Sony). Il susseguirsi a ritmo incalzante di specifiche hardware sempre più prestanti non ha sortito l’effetto sperato, ed ecco perché l’azienda giapponese vuol adesso aggredire una fetta d’utenza ben marcata e precisa: quella di coloro i quali sono soliti scegliere smartphone compatti, non esageratamente ingombranti e leggeri.

La nuova gamma Xperia X condensa questa filosofia, spalmandola in tre diversi target di mercato: dall’entry-level al top di gamma, il leitmotiv comune è proprio il display da 5 pollici. A precisa domanda degli utenti in attesa di Z6, Sony ha risposto a mezzo Facebook che <<il nome non è un elemento importante>>, affermando inoltre <<la nuova gamma Xperia X è stata creata secondo un rinnovato concetto che incontra le esigenze dei nostri utenti>>.

Chi attendeva lo smartphone top di gamma firmato Sony dovrà dunque optare per Xperia X Performance, una sorta di Z6 sotto falso nome ma equipaggiato di tutto l’occorrente per guerreggiare contro i più quotati Samsung Galaxy S7 e LG G5. Sarà curioso adesso capire come muteranno le strategie del produttore nipponico e se anche se per la nuova linea varrà il termine di sei mesi relativo all’immissione sul mercato dello smartphone di nuova generazione.

via