Sony Xperia X Ultra in arrivo: smartphone di fascia medio-alta con display 21:9

Sony Xperia X Ultra

Un phablet nei piani di Sony. Che potrebbe dar seguito, sotto altra rivisitata forma, al vecchio Xperia Z Ultra, presentato addirittura nel 2013. Le indiscrezioni sono piuttosto sicure, suggellate peraltro da alcune immagini concept: il prossimo dispositivo del colosso nipponico sarà Sony Xperia X Ultra. La vecchia ed ormai in disparte <<Z>> lascia il posto alla nuova gamma ufficializzata lo scorso anno e rinvigorita, in occasione del Mobile World Congress 2017 di Barcellona, dall’unicità di Xperia XZ Premium e del suo display a risoluzione 4K.

E sarà proprio il pannello principale l’ago di bilancia delle strategie in dirittura di arrivo di Sony: nessuna risoluzione esagerata, stavolta, bensì un aspect-ratio che porrebbe il produttore giapponese in diretta concorrenza con le ultime proposte targate Samsung e LG. Sì, perché a detta dei rumors più recenti, Sony Xperia X Ultra sarà impreziosito da un pannello principale in 21:9 denominato non a caso <<Ultra Wide>>, spalmati in una ampiezza di ben 6,4 pollici. Per inciso la stessa dimensione caratterizzante il vecchio Xperia Z Ultra.

Stretto e lungo, le prime sensazioni che provengono di impatto spulciando le due immagini concept riportate in apertura di articolo. Il phablet con a bordo Android mette in mostra cornici tutto sommato sottili, ed una larghezza contenuta; il prezzo da pagare è però l’altezza, necessaria per ospitare un display da quasi sei pollici e mezzo. Restiamo in attesa ad ogni modo di immagini ufficiali od ufficiose, riportando più che altro la scheda tecnica saliente del dispositivo.

Sony Xperia X Ultra andrà a catalogarsi infatti all’interno del segmento di mercato di fascia medio-alta – almeno a detta dei rumors più recenti – in ossequio alla presenza del nuovo processore Snapdragon 660 di Qualcomm, in coppia con 4 gigabyte di memoria RAM e 64 gigabyte di spazio di archiviazione interno espandibile tramite slot per accogliere schede microSD. Non mancano poi il connettore USB Type-C, certificazione IP68, supporto alla ricarica rapida Qualcomm QuickCharge 3.0 (la batteria sarà però di 3.050mAh) e Android Nougat installato di default, mentre il comparto multimediale sarà sorretto dalla presenza di una fotocamera principale da 19 megapixel con autofocus laser e un sensore frontale da 13 megapixel. Staremo a vedere.