Super Slow Motion by Sony

A dirigere il lungometraggio girato col primo smartphone al mondo sul quale il Super Slow Motion sia stato mai implementato troviamo nientepopodimeno che il pluri-premiato regista Chris Cairns (mica cavoli)!

Ricordiamo che stiamo parlando, come già ampiamente illustrato in precedenza, di XperiaTM XZ Premium che, con la sua straordinaria fotocamera Motion Eye™, ha reso possibile la realizzazione del primo film a sviluppo collettivo (ricordiamo che le scene sono state girate da 120 registi amatoriali di 21 diversi Paesi) che si sia avvalso della suddetta tecnologia. Per l’esattezza sono 960 al secondo i frame immortalati dall’innovativo shooter nella ripresa delle scene originali, effettuata in Portogallo nei pressi di Lisbona. Una velocità, dunque, che ha dell’incredibile e una resa superiore di ben quattro volte a quella fornita dalla fotocamera di un qualsiasi altro device mobile.

Ebbene, in questo articolo vi proponiamo un estratto delle dichiarazioni ufficiali dello stesso Cairns, che non nasconde il proprio entusiasmo per avere saggiato in anteprima le funzionalità dell’eccezionale sensore:

È stato molto interessante prendere parte ed essere coinvolto al lancio di Xperia XZ Premium. Sony mi ha chiesto di preparare una serie di set che potessero colpire l’attenzione se girate in Super Slow Motion ed ero incredibilmente entusiasta di poter mettere le mani su uno smartphone che riprendesse 960 scatti al secondo.
Amo l’idea di un telefono che possa rivelare ciò che sfugge all’occhio nudo ed è incredibile poter disporre di un telefono in grado di immortalare all’istante e in modo artistico un tuo amico che decide di immolarsi in un blackflip o un tuffo in piscina”.

Peculiarità dell’effetto Super Slow Motion è la capacità di rendere chiari dettagli normalmente impercettibili, mettendo lo spettatore in condizioni di cogliere ogni singola minuzia ed avvertire quasi reale lo scenario nel quale il film lo proietta. Un’esperienza inaspettata, coinvolgente, unica.

Ed ora lasciamo alla visione dell’intero filmato chi ne fosse interessato. A voi lo spettacolo!