snapchat

Snapchat integra Discover, funzionalità che consente di accedere a diversi contenuti video e testuali e contemporaneamente si avvicina ad un valore di mercato di 19 miliardi di dollari.

Importanti novità per quanto riguarda le finanze e le funzionalità di Snapchat, il servizio di messaggistica istantaneo “usa e getta” sempre più popolare tra i giovani di tutto il mondo, che da alcune settimane dispone del nuovo servizio Discover, che consente di accedere a vari contenuti video e testuali di terze parti e che grazie ad investimenti esterni, punta a diventare la terza startup più importante di sempre, toccando un valore reale tra i 16 ed i 19 miliardi di dollari.

Snapchat integra Discover

Dal alcune settimane Snapchat integra Discover, una nuova funzionalità che consente agli utenti, grazie agli accordi raggiunti, utilizzare i contenuti video e testuali “Premium” di colossi del calibro di Yahoo News, ESPN, National Geographic, MTV, Daily Mail, il tutto direttamente all’interno dell’applicazione. Al momento la disponibilità dei contenuti varia di nazione in nazione ed è sopratutto dedicato agli utenti statunitensi, che potranno così apprezzare brevi clip realizzate dal canale tematico National Geographic od ascoltare i propri brani preferiti attraverso MTV, con la speranza che a breve i dirigenti di Snapchat, raggiungano accordi, stringendo partnership simili, anche con società di contenuti italiane.

“Discover si trova ad un tocco di distanza da Storie. E’ un modo divertente per esplorare gli Snap provenienti da alcune delle nostre aziende preferite nel settore media. Tocca per aprire un canale, scorri il dito verso sinistra per sfogliare gli Snap e scorri verso l’alto su uno Snap per visualizzare maggiori informazioni. Dietro gli Snap ti attendono fantastici video e articoli!”. – questa la descrizione ufficiale del nuovo servizio.

Snapchat terza startup al mondo per valore

La nuova funzionalità Discover non solo si potrebbe rivelare interessante per gli utenti, ma segna un importante novità per l’azienda: attraverso questo servizio infatti, Snapchat per la prima volta cerca di monetizzare per il proprio servizio. Non tutti i contenuti forniti attraverso Discover saranno infatti gratuiti, ma invece di chiedere il pagamento di abbonamenti o formule che comunque chiedano un esborso di denaro agli utenti, l’azienda ha preferito inserire annunci promozionali, all’interno dei contenuti forniti dai partner.

Snapchat è considerata dagli analisti di mercato, la terza potenza nel settore social network per le persone di età compresa tra i 18 ed i 34 anni, battuta solamente da colossi quali Instagram ed ovviamente Facebook. Ricordiamo poi che Snapchat aveva rifiutato un offerta di acquisizione proprio da parte di Facebook nel 2014, per una cifra vicina ai 3 miliardi di dollari, seguito poi da una cresciuta esponenziale dell’azienda che alla fine dello scorso anno ha raggiunto un valore stimato superiore ai 10 miliardi di dollari.

Snapchat però non è intenzionata a rallentare minimamente la propria crescita e forte della nuova modalità di monetizzazione appena introdotta, come riportato da Bloomberg, è intenzionata ora a raccogliere la somma di 500 milioni di dollari in finanziamenti, che porterebbero il reale valore dell’azienda ad una cifra vicina ai 19 miliardi di dollari, diventando così la terza startup per valore al mondo, alle spalle solamente del colosso del trasporto Uber (40 miliardi di dollari) e di Xiaomi (45 miliardi di dollari), con un valore quindi del tutto simile a quanto sborsato proprio da Facebook, per l’acquisizione di WhatsApp.

Via