Smartwatch

Gli smartwatch sono l’oggetto tecnologico più ambito e ricercato dai consumatori e 2015 si appresta a diventare l’anno del vero boom, così come in passato è stato per i tablet.

Dopo l’incredibile successo dei tablet, entrati nella vita di ognuno di noi, in grado in pochissimo tempo, soprattutto grazie ad Apple ed al suo iPad, tanto da essere preferiti addirittura ai personal computer in diverse occasioni, grazie a praticità d’uso e maneggevolezza, ora il nuovo oggetto dei desideri dei consumatori occidentali stanno diventando gli smartwatch.

Tutti lo vogliono

Orologi intelligenti ed in alcuni casi, anche dotati di un ottimo design, in grado di monitorare lo stato di salute, consentire di visualizzare messaggi, gestire chiamate e molto altro, comodamente, senza utilizzare smartphone od altri dispositivi, dal proprio polso. Secondo gli analisti, il mercato dei dispositivi indossabili, di cui gli smartwatch sono il dispositivo di punta, è destinato ad un successo assoluto, passando dai 5.2 miliardi di dollari di questo 2014 , agli oltre 7.1 miliardi del 2015.

Secondo una ricerca effettuata su un campione di oltre 1.000 consumatori statunitensi dalla società PricewaterhouseCooper, il 20% degli intervistati già dispone di un dispositivo indossabile, mentre ben il 59% non vede l’ora di provare l’attesissimo Apple Watch, primo smartwatch in assoluto della casa di Cupertino. Ma non è solo Apple ad essere sognata dai consumatori americani, infatti il 53% acquisterebbe uno smartwatch Google e ben il 57% degli intervistati sarebbe curiosa di provare uno dispositivo indossabile targato Amazon.

Dubbi su sicurezza ed utilizzo

Le statistiche di PricewaterhouseCooper, però andrebbero analizzate con molta attenzione dai produttori di dispositivi indossabili e dagli sviluppatori dei sistemi operativi Android Wear (realizzato da Google)e la variante di iOS appositamente studiata per Apple Watch: dai dati emerge infatti che ben l’86% dei consumatori esprime forti perplessità in termini di sicurezza, con una forte paura della violazione dei propri dati da parte di pirati informatici ed inoltre l’82% nutre seri dubbi sulla gestione della privacy da parte degli smartwatch.

Altro dato che dovrebbe far riflettere è che il 33% di chi ha già acquistato un dispositivo indossabile da un anno, ha già smesso di usarlo o la fa molto raramente, segno di un esperienza d’uso non molto coinvolgente o della mancanza di idee innovative ed applicazioni da considerare indispensabili per la vita quotidiana da parte dei consumatori statunitensi.

Tanti modelli per ogni gusto

Nonostante queste perplessità, comunque il 2015 si appresta a diventare l’anno degli smartwatch, grazie alla disponibilità dell’attesissimo Apple Watch, ma anche per la presenza dei vari dispositivi dotati di sistema operativo Android Wear che i consumatori potranno scegliere soprattutto in base ai propri gusti personali per quanto riguarda il design. Tra i vari dispositivi i più ambiti sono sicuramente: Motorola Moto 360, LG G Watch R, Samsung Gear S, Sony Smartwatch 3.

Insomma un ampia scelta di modelli per tutti i gusti e tutte le tasche. E voi quale acquistereste? E perché? Aspettiamo i vostri commenti!

CONDIVIDI
Articolo precedenteFinal Fantasy 14 Heavensward, novità sull’espansione
Prossimo articoloSamsung Galaxy S5 Active pronto a sbarcare anche in Italia