smartphone piccolo Xiaomi smartphone Xiaomi Xiaomi Redmi Note 5 Xiaomi Redmi 5

Un nuovo smartphone Xiaomi si appresta a far il suo debutto sul mercato mobile. A dar concretezza ad una notizia tutto sommato preventivabile è lo stesso produttore cinese, che in data odierna ha ufficializzato un evento stampa di presentazione programmato per il cinque settembre prossimo. Il profilo Twitter di Xiaomi è contornato da alcuni hashtag abbastanza interessanti che fanno riferimento da un lato alla natura multimediale del dispositivo in questione (#FlagshipDualCamera) e dall’altro ad un terminale che, a conti fatti, potrebbe pure stagliarsi sul mercato come versione internazionale (#XiaomiGlobalLaunch).

Le ipotesi sul banco aventi ad oggetto il nuovo smartphone Xiaomi sono diverse, tutte legittime e tutte degne di egual considerazione. C’è chi paventa, ad esempio, l’ingresso sul mercato dell’apprezzato Xiaomi Mi 5X, stavolta realizzato per l’appunto in versione internazionale e, conseguentemente, dotato finalmente di banda 20. In realtà, l’ipotesi – per quanto credibile e degna di nota, specie se facciamo riferimento alla presenza della doppia fotocamera posteriore, come peraltro rimarcato da Xiaomi stessa – cozza con un dato inconfutabile: la natura flagship del prodotto, dal momento che Mi 5X è dotato di processore Snapdragon 625, appartenente invece alla fascia media del mercato mobile.

Lo smartphone Xiaomi in questione potrebbe insomma esser un dispositivo completamente diverso, e in tal senso si fa riferimento a quella patnership con Google paventata di recente ed inverata addirittura nell’ufficializzazione di uno smartphone Android One. Il terminale, dapprincipio considerato come una variante rigorosamente stock dell’attuale Mi 5X, sarebbe contrassegnato dal nome di Xiaomi Mi A1 e per l’appunto impreziosito dalla presenza della versione pensata e progettata da Google del <<robottino verde>>. Una conferma arriva in tal senso da alcune immagini, che inverano addirittura l’estetica dello smartphone, impreziosito da una presenza pressoché ingente di display e cornici sottilissime. L’ipotesi, per quanto stuzzicante, sembra non convincere in fondo per due motivi: le immagini riportate in calce all’articolo mostrano invero uno smartphone con a bordo la MIUI – la personalizzazione di Android orchestrata da Xiaomi – come può evincersi d’altronde dalla barra di stato e dalla lockscreen. A questo bisogna aggiungere peraltro la natura hardware del prodotto, insignito non soltanto di una doppia fotocamera, ma anche e soprattutto dello Snapdragon 625. Per inciso lo stesso presente su Mi 5X.

Terza ipotesi sul banco verte sull’ipotizzare che lo smartphone Xiaomi in questione corrisponderà al nome di Mi MIX 2. Bordi sottili, componentistiche hardware d’alta scuola e, per l’appunto, fotocamera migliorata rispetto al predecessore.

Insomma, tante soluzioni ed altrettanti punti ancora oscuri, nella speranza tuttavia che il primo smartphone Android One di Xiaomi possa effettivamente veder la luce. E chissà che il 5 settembre prossimo non regali sorprese.