lenovo

Nell’ultimo trimestre, è stato registrato un calo nella vendita degli smartphone Lenovo pari al 31%. I tempi non sono dei migliori, la concorrenza avanza spietata e l’azienda Lenovo mostra i primi cedimenti. Cedimenti che spingono Yang Yuanqing – CEO dell’azienda – a chiedere suo malgrado un aiuto al brand Motorola.

Smartphone Lenovo in calo e Motorola corre in soccorso.

Come è noto, la Motorola è stata riacquistata dalla Lenovo nel 2014 per 2.8 miliardi di dollari ma quest’ultima, soffrendo la forte concorrenza delle aziende asiatiche Huawei, Oppo e Vivo, punta proprio sul brand Motorola per risollevare le sue sorti.
Come ha affermato il CEO,

Spero che potremo avere un’inversione di tendenza nel prossimo anno fiscale. L’integrazione del business degli smartphone richiede tempo, abbiamo impiegato diversi anni ad integrare il business dei PC (ricordiamo l’acquisto di IBM). Ma mettere la parola fine su Motorola non è un’opzione.

Quindi, grazie ad una forte campagna pubblicitaria, l’obiettivo dell’azienda è quello di portare gli smartphone Lenovo nella rosa dei top tre del mercato mondiale.
Per riuscirci, oltre alle strategie di marketing, il team di sviluppatori sta lavorando in modo tale da inserire nei device strumenti e funzionalità particolari e competitive come, ad esempio, la realtà aumentata.

L’azienda ha recentemente rilasciato il dispositivo Vibe K5 Note, ma per ora solo in India. Dovrà lavorare sodo affinché si possa attestare come azienda tra le migliori del mondo e scrollarsi di dosso, una volta per tutte, il peso del marchio Motorola che, grazie alla realizzazione di dispositivi performati e competitivi, continua a frenare la corsa dell’azienda padrona.

Via