Sono due giovani italiani, Niccolò Gallarati e Davide Viganò, ad aver inventato il modo di ricaricare gli smartphone senza dover attaccarlo alla presa elettrica. Per rendere reale la loro idea si sono dovuti trasferire all’estero, dove hanno realizzato una stazione wireless pubblica che ricarica i telefonini moderni.

Chiunque va al bar, al pub o in un ufficio comunale, potrà caricare il telefono attraverso il wifi. Mentre si sorseggia un caffè o si legge un giornale. Ogni 10 minuti di ricarica corrispondono a un’ora di stand-by. Viganò e Gallarati sono andati a Dublino per aprire la loro start-up GaraGeeks. Sono tornati in Italia per presentarla, per la precisione davanti all?Epo Gate in piazza Castello.

Questo sistema di ricarica wireless viene alimentata da pannelli fotovoltaici alti tre metri. Sono diversi gli smartphone che vengono già prodotti con integrato il sistema di ricarica wireless sul retro in prossimità della batteria.

Questi dispositivi però non si limitano a caricare gli smartphone attraverso Wireless. Questi sensori ambienti integrati permettono di controllare anche parametri come umidità, temperatura e inquinamento acustico. Inoltre, Viganò e Gallarati hanno inserito anche un faretto che illumina sempre, come un normale palo della luce. Un’invenzione di tutto rispetto che potrà essere installato nei luoghi pubblici. Il costo dell’investimento non è troppo impegnativo.

CONDIVIDI
Articolo precedenteLG G4: 6 trucchi per foto perfette in un’infografica
Prossimo articoloHuawei Honor 7 Plus, trapela in un video: un guerriero blindato da 5.5″