Note 7 IRIS Scan

IRIS Scan è un sistema adottato dal nuovo Galaxy Note 7 che, in un certo senso, si è adeguato alle funzioni introdotte da Lumia con i modelli 950 e 950XL ampliando notevolmente il bagaglio funzionale e l’accessibilità a sistemi sensibili in cui la sicurezza non può di certo passare in secondo piano. Benché decisamente meno rapido e di certo più scomodo rispetto ad un classico sistema di accesso tramite sensore di impronta digitale, sulla carta l’accesso tramite scansione dell’iride corrisponde ad un ulteriore step incrementale del fattore sicurezza verso cui istituti bancari e servizi di accesso online si stanno affidando sotto le direttive di Samsung Electronics che, in tal senso, sta contribuendo all’approvazione del nuovo standard, il quale sarà adottato sempre più marcatamente anche da altri produttori di telefonia mobile e device portatili in generale. La domanda di adozione e di richiesta per IRIS SCAN a bordo delle soluzioni smartphone di prossima generazione è, infatti, in continua crescita anche nei settori di mercato entry-level. Attualmente, sul mercato asiatico una simile soluzione è stata implementata anche da Fujitsu che ha deciso di seguire il trend evolutivo per lo sblocco e l’accesso a servizi particolarmente sensibili. Tutte le aziende con sede a Taiwan ed in Cina sono pronte al salto di qualità, tra queste anche Pixart responsabile e detentrice di diversi brevetti IRIS SCAN per la scansione del movimento oculare che potrebbero essere già annunciati nel corso della prima metà del 2017. Avete un Note 7 et similia? Come vi sembra l’esperienza di utilizzo con il sistema di riconoscimento oculare?

VIA