shazam

Shazam, l’applicazione più popolare per il riconoscimento della musica, ben presto sarà utilizzata anche per riconoscere cibo e vari oggetti. La notizia è stata rilasciata ufficialmente dal CEO Rich Riley al Mobile World Congress di Barcellona.

Dopo anni Shazam ha deciso di evolversi proponendo agli utenti qualcosa che gli altri non hanno ancora inventato. Grazie a un investimento di 30 milioni di dollari, il dispositivo potrebbe sfruttare la fotocamera e tra qualche anno essere utilizzato per il riconoscimento del cibo e di oggetti di uso popolare. L’obiettivo è quello di portare l’applicazione a riconoscere luoghi e monumenti grazie alla realtà aumentata.
Per chi non lo sapesse l’azienda che gestisce l’applicazione si trova a Londra e è riuscita ad ottenere i fondi per finanziare in maniera ufficiale questa iniziativa. Un bel po’ di soldi che andranno ad unirsi ai quaranta milioni di dollari raccolti da Carlos Slim qualche anno fa.
Si tratta solo di una indiscrezione e ovviamente non è chiaro come potrebbe funzionare in modo reale, sarà basata su un sistema di riconoscimento delle immagini, oppure dalla scansione del codice come avviene per le casse del supermercato?

Shazam di sicuro vuole sfidare le aziende del settore e superare Google, riuscirà nella sua impresa? Non ci resta che attendere lo sviluppo delle nuove caratteristiche.