Quante volte siamo stati protagonisti o abbiamo assisito a diatribe con un vicino di casa? Forse talmente tante che nemmeno ci facciamo più caso: nella maggior parte dei casi ci si limita a lanciare occhiatacce reciproche o a far volare insulti verbali, per poi lasciar correre e proseguire la propria quotidianità.

Eppure c’è chi serba talmente tanto rancore da aver trovato il tempo ed anche l’ingegno di recapitare un messaggio forte e chiaro: nello stato americano di Washington, per la precisione nella località di Sequim, un uomo ha deciso di spendere un po’ di tempo con il suo tosaerba per sfruttare i satelliti di Google Earth al fine di insultare un suo vicino di casa in modo a dir poco plateale.

Se si prova ad aprire Google Maps ed inserire le coordinate “48.1429628,-123.1690557” sarà possibile notare un terreno che presenta un’enorme scritta che recita “A-hole“, ovvero un diminutivo della parola “asshole” l’equivalente del nostro aggettivo “strxxxo”, con tanto di freccia verso la casa “incriminata” (foto in evidenza sopra l’articolo).

Secondo quanto riportato dal New York Magazine, sembra che  l’astio con i proprietari dell’abitazione – Blaine e Cindy Zechenelly – risalga già dal 2009, quando la coppia decise di costruire un garage nel loro terreno dipingendolo di una vernice color lavanda, azione non gradita ai vicini poiché affermavano che il colore troppo appariscente avrebbe causato la svalutazione dei loro immobili, oltre al fatto di aver anche ostruito la vista del paesaggio naturale circostante.  L’insulto è comparso su Google Maps tra il 2011 e il 2013.