La Finale mondiale di League of Legends allo Staple Center di Los Angeles

I videogiochi si stanno trasformando in un grande spettacolo multimediale e la prova vivente ne sono le competizioni degli eSport, che raccolgono un numero sempre crescente di appassionati. Allo stesso tempo hanno anche un enorme potenziale economico, in quanto sono portatori di un valore aggiunto per le imprese dell’iGaming, in particolare per quello delle scommesse sportive online.

In un rapporto elaborato dalla società Eilers Research, intitolato “Scommesse eSport: un fenomeno reale e più grande di quanto si pensi”, si stima che questa tipologia di mercato possa assumere un’importanza sempre crescente negli anni a venire. Il rapporto prende in esame le opportunità insite in questo tipo di settore capace di generare un gran giro d’affari, include proiezioni sulle dimensioni del mercato, analizza le forze trainanti della crescita valutando i pro e i contro, e considera tutte le possibilità su come il prodotto può evolvere nel futuro.

In questo 2015, secondo le previsioni del rapporto, oltre 2,3 milioni di fans eSport scommetteranno quasi 315 milioni di dollari nei giochi, che per il settore delle scommesse genereranno un fatturato complessivo di 24 milioni di dollari. Si stima che entro il 2020 il numero degli spettatori salirà a 19,4 milioni, che scommetteranno quasi 23.000 milioni di dollari, che a loro volta genereranno ricavi totali per l’industria del gioco di 1810 milioni di dollari. Numeri astronomici se si pensa che il mercato delle scommesse sportive in Italia registra una spesa annua di 214 milioni di euro.

Negli ultimi mesi è stato scritto molto sul fenomeno mediatico e economico degli e Sports, ma si è parlato decisamente poco sulla nascente industria che ruota intorno alle scommesse sportive elettroniche. Il rapporto stilato da Eilers Research ha preso in considerazione due principali tipologie di scommesse: gli eSport games, che sono simili  alla tradizionali scommesse con soldi veri, e gli eSports Fantasy, che sono relazionati a scommesse su gare simulate. Un terzo segmento , denominato “scommessa di gioco mediata”, permette alle persone di scommettere articoli invece di denaro contante (come armi, abilità, miglioramenti cosmetici del gioco), ma questo segmento non è stato incluso nelle stime dei ricercatori.

La Unikrn con sede a Seattle è il marchio più famoso di questi particolari bookmaker, grazie ai forti investimenti compiuti in questi anni dai proprietari del marchio e da alcuni soci di rilievo come l’attore Ashton Kutcher e il  proprietario dei Dallas Mavericks  Mark Cuban  Tra i principali competitors del truppo Unikrn troviamo EGamingBets , VitalBet, Pinnacle e Betway . Il campo degli eSports fantasy è invece guidato a livelllo mondiale dai marchi Vulcun e AlphaDraft. Questo settore del gioco, tuttavia , è relativamente nuovo . I primi  passi delle scommesse eSports sono stati mossi nel lontano 2010 , ma la popolarità sta crescendo grazie all’inserimento di questa particolare tipologia di gambling in piattaforme conosciutissime come Bet365 , William Hill e Bodog.

Uno dei principali driver, che ha catalizzato l’interesse dell’’industria del gioco verso gli sport elettronici, è sicuramente la grande dimensione del pubblico che gli eSports sono in grado di riunisre . Ad esempio, la finale 2014 del gioco League of Legends, ha attirato un pubblico di 27 milioni di persone, superando il numero di spettatori negli Stati Uniti per i Mondiali del 2014.

Gli autori del rapporto hanno concluso che il mondo degli eSports è un ambiente estremamente ospitale tecnologicamente, logisticamente, culturalmente e demograficamente per il gioco d’azzardo online con soldi veri. La penetrazione della comunità degli specialisti negli sport elettronici era in qualche modo bloccata finora da barriere strutturali, le quali ora si stanno progressivamente indebolendo. Il boom delle scommesse sugli eSports potrebbe fare da traino ad un ulteriore esplosione del gioco d’azzardo, che si sta evolvendo sempre di più verso le innovazioni tecnologiche del momento.