Samsung Galaxy Note 7

Samsung ha acquistato un’intera pagina pubblicitaria sul Wall Street Journal, il New York Times ed il Washington Post per scusarsi con i propri utenti in merito alla vicenda che ha coinvolto il Galaxy Note 7. Come ricorderete, l’azienda ha dovuto indire ben due richiami per questo dispositivo ed in seguito al secondo ritiro, ne ha definitivamente cessato la produzione mettendo la parola fine all’ultimo phablet della casa.

Galaxy Note 7

La lettera si focalizza sull’impegno dell’azienda riguardo la sicurezza ed è firmata da Gregory Lee, presidente e CEO di Samsung Electronics nel Nord America.

Un punto importante della nostra missione è di offrire sicurezza e qualità di prima classe. Recentemente, abbiamo disatteso questa promessa. Per questo siamo davvero dispiaciuti.

Riesamineremo ogni aspetto del dispositivo (Galaxy Note 7, ndr), incluso tutto l’hardware, il software, la produzione e l’intera struttura della batteria. Ci muoveremo quanto più in fretta possibile ma servirà del tempo per ottenere le risposte giuste.

Cosa più importante, la sicurezza rimane la nostra priorità principale. Vi ascolteremo, impareremo da ciò ed agiremo in modo da riguadagnarci la vostra fiducia. Vi siamo grati per il vostro continuo sostegno e nuovamente, siamo davvero dispiaciuti.

La lettera fa anche riferimento alle 2,8 milioni di lavatrici che Samsung ha dovuto richiamare negli Stati Uniti dopo che si è scoperto che il tamburo della centrifuga può perdere stabilità, innescando un eccesso di vibrazioni, che possono portare al distacco della parte superiore delle lavatrici.

Nel complesso, questo trimestre si è rivelato particolarmente travagliato per Samsung che ha dovuto vedere al ribasso le stime riguardanti i propri profitti. Ciononostante l’azienda si sta preparando nel migliore dei modi per la presentazione del suo prossimo top di gamma, Galaxy S8, atteso per l’inizio dell’anno prossimo e che sarà provvisto di un nuovo assistente vocale di nome Bixby.