samsung

Nonostante Samsung Galaxy S8 sia ancora un punto lontano nel futuro, ciò non ferma la moltitudine di rumor sul suo conto. Stando ad una recente indiscrezione dalla Corea del Sud, alcune varianti di Galaxy S8 avranno come chip a bordo lo Snapdragon 830 di Qualcomm, che verrà realizzato in esclusiva da Samsung stessa, utilizzando un processo produttivo a 10 nanometri.

Stando alle voci di corridoio, la compagnia coreana avrebbe stretto un accordo esclusivo con Qualcomm per produrre lo Snapdragon 830. La tecnologia utilizzata si chiamerà FoPLP, che sta per Fan-out Panel Level Package, e consentirà a Samsung di produrre il chip senza un circuito stampato. I rumor dichiarano che le due compagnie collaboreranno insieme per sviluppare questa nuova tecnologia.

Samsung

Se tutto ciò suona come troppo “tecnico”, ciò che occorre sapere è che la tecnologia FoPLP dovrebbe abbattere i costi di produzione, rendendo più semplice per Samsung integrare porte Input/Output e rendere il chip più sottile delle precedenti generazioni. Inoltre, nonostante i 10 nanometri, il chip dovrebbe incrementare l’efficienza in termini di energia e di temperature.

Ascoltando, invece, rumor precedenti, altre versioni di Samsung Galaxy S8 integreranno il chip proprietario Exynos 8895, che verrà realizzato anch’esso con processo produttivo a 10 nm. Come accaduto in passato, le differenze in termini di prestazioni tra i due chip saranno minime.

In conclusione, ricordiamo che si tratta di rumor e che a questo punto dell’anno circoleranno ancora voci non ufficiali sul chip in questione. Non ci resta che suggerire di prendere quanto detto con la dovuta attendibilità, in attesa di informazioni più affidabili sul prossimo chip di fascia alta di Qualcomm.