Samsung Gear VR

Qualche giorno fa vi abbiamo parlato dell’evento Oculus Connect 2, svoltosi lo scorso venerdì al Dolby Theatre di Los Angeles, e nel quale il colosso coreano – in collaborazione con Oculus – ha annunciato una nuova versione del visore per realtà virtuale Samsung Gear VR.

Vediamo ora nel dettaglio le novità più salienti introdotte da questo ultimo modello, prima tra tutte la capacità di ospitare uno smartphone della gamma di punta Galaxy 2015. L’utilizzo dello telefono come display ha di fatto consentito di abbattere i costi dell’apparato classico, tanto più che Netflix renderà i propri filmati disponibili per il visore attraverso una specifica applicazione. Oculus ha persino tentato di coinvolgere alcuni studi cinematografici nella realizzazione di film in realtà virtuale destinati all’utilizzo da parte del grande pubblico:

Su Gear VR, la gente esegue giochi immersivi in realtà virtuale, condividendo esperienze di filmati a 360 gradi, e teletrasportandosi in giro per il mondo con fotografie e video – ed è solo l’inizio di ciò che è possibile realizzare con la realtà virtuale sui cellulari“, ha affermato il CEO Oculus Brendan Iribe.

Ma passiamo al trackpad tattile, che offre un maggiore controllo nella selezione di giochi, film e altri contenuti, in quanto può essere percepito dalle dita dell’utente in modo più efficace rispetto al precedente pad caratterizzato da una conformazione liscia che non sempre ne consentiva l’individuazione, non essendo di fatto visibile dalla persona che indossa il dispositivo.

Nel corso dell’evento sopra citato, inoltre, è stato presentato il nuovo Gear VR Gamepad, dotato di un design dual stick di forma analoga a quella del controller di una Xbox.

Ricordiamo che Samsung Gear VR sarà lanciato a novembre per 99 dollari, un prezzo al di sotto del precedente modello dell’azienda di Seul. Samsung e Oculus, in una conferenza stampa congiunta, hanno definito la realtà virtuale “la prossima piattaforma di elaborazione dati“, e Iribe ha dichiarato di nutrire grandi speranze per il nuovo dispositivo.

Anche il CEO Facebook Mark Zuckerberg è convinto che i video in 3D potrebbero un giorno diventare lo standard di diffusione, sostituendosi a quelli tradizionali esattamente nel modo in cui i dispositivi mobile stanno gradualmente soppiantando i PC. Del resto, il visionario informatico ha scommesso in grande su questa sua aspettativa quando lo scorso anno la propria azienda ha speso ben 2 miliardi di dollari per acquisire Oculus, che tra l’altro vedrà il debutto degli Oculus Rift su Xbox One all’inizio del 2016, ad un prezzo del quale ancora non si conoscono i dettagli.

Anche Sony si appresta a lanciare il suo casco Morpheus per PlayStation 4 all’inizio del prossimo anno, ad un prezzo che potrebbe testarsi fino ai 500 dollari, cioè quanto una nuova piattaforma da gioco! Alla luce di questi numeri non stupisce che gli amanti dei videogames abbiano sinora postato su Twitter numerosi commenti di apprezzamento nei confronti dell’importo più abbordabile del nuovo Samsung Gear VR.

Via



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: