A differenza di molti smartwatch, che devono essere accoppiati ad uno smartphone per gestire le notifiche di chiamate e messaggi, il Samsung Gear S dispone di connettività 3G e uno slot per schede SIM. Questa particolarità rende questo indossabile autonomo e gli permette di ricevere telefonate e messaggi direttamente.

L’orologio è stato appena lanciato in Corea del Sud attraverso gli operatori locali e, nel solo giorno del lancio, sono state vendute oltre 10.000 unità, un numero davvero interessante che fa capire quanto venga apprezzato dagli utenti, sia per il suo design che per le sue caratteristiche tecniche.

Ricordiamo che il Samsung Gear S dispone di un display curvo da 2 pollici Super AMOLED, con una risoluzione di 360 x 480. Un processore Samsung Exynos dual-core da 1 GHz con 512MB di RAM e 4GB di storage nativo a bordo, con una batteria 300 mAh.

Il Samsung Gear S è alimentato dal sistema operativo della casa madre, Tizen, e anche se non è necessario, può essere abbinato ad uno smartphone Samsung Galaxy tramite Bluetooth 4.0. A completamento di tutte queste caratteristiche tecniche, ricordiamo che dispone anche di un sensore per la frequenza cardiaca, un sensore barometrico, un sensore UV e una bussola digitale. Oltre alla connettività 3G, è dotato anche del supporto Wi-Fi. A conclusione possiamo dire che il Gear S è davvero uno smartwatch completo che giustifica le vendite avute nel solo giorno di lancio. E voi lo acquistereste?

CONDIVIDI
Articolo precedenteProject Ara offrirà anche un modulo per il livello di ossigeno nel sangue
Prossimo articoloIl Samsung Galaxy Note Edge arriverà anche in Italia