Samsung Gear

Il colosso Samsung sta dirigendo le sue attenzioni verso il mondo del lavoro attraverso tre nuove integrazioni con i suoi smartwatch Gear.

Primo tra tutti, SoloProtect, il sistema utilizzato sui Samsung Gear S3 per tenere sotto controllo le persone che lavorano da sole, come gli agenti immobiliari: un servizio di monitoraggio e comunicazione 24 ore su 24, 7 giorni su 7 che fornisce allarmi di emergenza, geolocalizzazione e controlli di stato alle aziende che impiegano lavoratori autonomi in ambienti ad alto rischio. “La sicurezza e l’affidabilità sono il primo pensiero per tutti i datori di lavoro, ma storicamente è difficile gestire la sicurezza per i singoli dipendenti che operano al di fuori dell’ambiente di lavoro tradizionale”, ha dichiarato John Broady, CEO di SoloProtect “Dotando i lavoratori di uno smartwatch Samsung integrato con SoloProtect, possiamo aiutare le aziende ad aumentare la sicurezza di coloro che operano da soli sul campo e fornire loro la capacità di concentrarsi sul loro compito con maggiore tranquillità”.

Il sistema Reemo, invece, si integra con il Gear S3 e S2 per monitorare la salute degli anziani tracciando il livello di attività, la frequenza cardiaca e la qualità del sonno dei pazienti nelle case di cura, fornendo conseguentemente una migliore assistenza: “L’integrazione della piattaforma Reemo attraverso i dispositivi indossabili Samsung ha reso la tecnologia veramente accessibile agli anziani fornendo mobilità, sicurezza, consapevolezza e connettività per offrire più indipendenza alle persone anziane”, ha commentato John Valiton, CEO di Reemo.

Infine, la piattaforma Ability Wearables, compatibile con i dispositivi Samsung Gear Fit 2 e S3, aiuta a tenere traccia dei dipendenti che svolgono turni notturni o troppo lunghi come camionisti, lavoratori edili e operatori sanitari. In questo modo le persone a rischio di addormentarsi sul lavoro possono indossare uno smartwatch Gear che si connette attraverso la piattaforma GearUP di Samsung, permettendo ai datori di lavoro di prevedere e reagire alla fatica dei propri dipendenti: “Applicando questa soluzione collaborativa ai dipendenti ad alto rischio di stanchezza, crediamo di poter contribuire a risolvere molte delle sfide che i lavoratori di oggi devono affrontare”, ha commentato Shiv Madan CEO di Ability.

Oltre a queste novità, il colosso sudcoreano sta mettendo a punto una soluzione VR per i centri fitness: VirZoom VR Fitness offre infatti la possibilità di salire su una cyclette Life Fitness e giocare a giochi di realtà virtuale mettendosi in forma. Gli utenti si muoveranno attraverso un mondo virtuale alla stessa velocità con cui pedalano, rendendo l’esperienza più coinvolgente. I pulsanti di resistenza sul manubrio della cyclette sono utilizzati anche nel gameplay.