Il 2016 sembra essere caratterizzato dall’aumento delle dimensioni dei tablet. Fino ad ora eravamo abituati a dimensioni che si aggiravano intorno agli 8 e 10 pollici, ma la stagnazione del settore ha portato le case produttrici a muoversi verso altri fronti.

La misura per così dire standard del tablet è stata sempre quella di 10 pollici e su questa diagonale i due principali competitor hanno avuto alle volte divergenze ed altre complicità riguardo al rapporto dimensionale del display. Sempre e solo fedele al rapporto 4:3 Apple mentre Samsung ha virato in questa direzione solo per quanto riguarda gli ultimi usciti del comparto tablet ovvero Samsung Galaxy Tab A e Samsung Galaxy Tab S2.

Per quanto riguarda le versioni più piccole il rapporto 4:3 è stato sempre più congeniale ad entrambe le aziende, almeno sin da quando Samsung ha deciso di mettere in commercio il Galaxy Tab S da 8.4 pollici e di voltare pagina anche dal punto di vista della qualità.

Per quel che concerne le funzionalità i tablet hanno svolto compiti equiparabili sin da quando il primo iPad prese vita. Ed è proprio sulle discrepanze di utilizzo che si sviluppa questo articolo.

In concomitanza dell’imminente uscita del Samsung Galaxy View negli Stati Uniti e del da poco uscito iPad Pro, i meno attenti avranno pensato che le aziende si inseguono anche per quanto riguarda le dimensioni maggiorate.

Vero è che entrambe le aziende hanno rotto gli schemi sugli standard dimensionali dei tablet ma è altrettanto vero che i display, seppur bigger than usual, hanno una differenza di circa 5 pollici e tanto basta per destinare i dispositivi a differenti usi.

Per la prima volta uno non esclude l’altro e quindi non ci stupirebbe se un potenziale consumatore li comprasse entrambi.

Probabilmente Samsung ha pensato che stare sempre dietro la scia di Apple non è la via giusta per raggiungere profitti che stentano ad arrivare e che, notizia di oggi, hanno costretto a tagli di stipendio dei suoi amministratori delegati a causa degli scarsi risultati di vendita.

Rimanendo nella nostra zona di competenza però, la comparsa del Samsung Galaxy View e il già tanto chiacchierato iPad Pro hanno direzionato il nostro interesse verso il dispositivo del produttore coreano.

Alcune caratteristiche tecniche di Samsung Galaxy View:

  • 2 gb di ram

  • 32 gb di spazio interno espandibile mediante micro sd card fino a 2 tb;

  • batteria di 57000 mah;

  • fotocamera frontale da 2.1 megapixel.

Quello della batteria stranamente rappresenta l’indizio meno rappresentativo dato che il dispositivo per le sue dimensioni e peso passerà probabilmente la maggior parte del suo tempo attaccato ad un alimentatore da muro.

Il tablet presenta un display da 18.4” TFT full hd che lo colloca esattamente a metà fra un grande tablet ed un piccolo tv.Galaxy-View-3

L’interfaccia è la touchwiz di Samsung basata su Android 5.1.1 Lollipop con una grande differenza nell’homepage che mediante alcuni rettangoli, stile tiles di Microsoft, permette di accedere a diversi tv services e che fan sì che questo dispositivo inauguri la categoria del primo online tv tablet. Staremo a vedere se questo Samsung Galaxy View riuscirà a spiccare il volo.