Samsung Galaxy S8

Samsung Galaxy S8 ha cominciato a far parlare di sé da ormai qualche settimana e tra rumor più o meno attendibili tutti sono concordi con una sola cosa: il prossimo flagship del produttore si distinguerà dalla massa. La compagnia coreana ha infatti programmato di introdurre nuovi cambiamenti hardware all’interno della prossima generazione di Galaxy S. Tra questi cambiamenti vengono annoverati un design completamente rivisitato dello schermo, del tasto home e del comparto fotografico.

Abbiamo già udito voci di corridoio e affermazioni da parte della stessa Samsung sulla possibilità di separare la gamma Edge da quella classica per i prossimi dispositivi, per poter offrire unicamente display dual-edge nella lineup di dispositivi del produttore. Nuovi rapporti dalla Corea del Sud, tuttavia, indicano che Samsung Galaxy S8 non integrerà un design curvo solo ai lati ma anche sopra e sotto, in modo tale da ottenere un dispositivo con uno schermo senza cornici.

samsung galaxy s8

Per far ciò, però, la compagnia dovrà far fronte ad un altro cambiamento estetico notevole, ovvero la rimozione del tasto home fisico, allineandosi a quanto già fatto su modelli quali iPhone 7 ed il lettore d’impronte verrà, a questo punto, introdotto all’interno dello schermo di Samsung Galaxy S8.

Anche il comparto fotografico, come anticipato, verrà completamente rivisto. Samsung Galaxy S8, che presumibilmente verrà lanciato con il nuovo Snapdragon 830, potrebbe essere il primo smartphone del produttore ad integrare un doppio modulo fotocamera.

In conclusione, Samsung Galaxy S8 potrebbe arrivare prima del previsto. La compagnia coreana sembra essere ansiosa di lanciare il proprio nuovo flagship per bilanciare il disastro di Galaxy Note 7. La nuova generazione di Galaxy potrebbe arrivare ad inizio del 2017 e visto l’andamento delle indiscrezioni e l’accaduto con Note 7, d’ora in poi Samsung sarà sottoposta a molta pressione.

CONDIVIDI
Articolo precedenteXiaomi Mi 5S Plus in super offerta con prezzo sotto i 400€!
Prossimo articoloWind e 3 Italia diventeranno un unico operatore dal 1 Gennaio 2017