Samsung Galaxy S10 è un’opportunità per cambiare il design del prodotto

Samsung Galaxy S10 è un’opportunità per cambiare il design del prodotto

Gli utenti che oggi acquistano un dispositivo top di gamma non sono forse molto attirati dallo spendere cifre come 1000€ per un prodotto che, in termini di design, è praticamente identico al modello precedente. Samsung Galaxy S9 infatti sta vendendo molto meno rispetto S8, anche se Samsung continua a ribadire che le vendite procedono alla grande (Oste, cos’è il vino?).

Ecco perché Samsung Galaxy S10 dovrebbe necessariamente andare a proporre un nuovo design se si vogliono superare quelli che sono i risultati attuali registrati da S9. Effettivamente, analizzando la situazione, il Galaxy S9 è un dispositivo che rispetto il precedente top gamma ha portato diverse migliorie.

La versione Plus è quella di riferimento. È dotata di un maggiore quantitativo di memoria RAM, il processore è completamente nuovo, è presente poi anche una variante da ben 256GB di memoria interna. L’aspetto estetico però lo inganna.

Samsung Galaxy S10 dovrà essere necessariamente tutto nuovo

Samsung Galaxy S10
Samsung Galaxy S10

È vero che ormai gli utenti usano informarsi molto di più rispetto al passato, è anche vero però che anche l’occhio vuole la sua parte. Le modifiche hardware seppur presenti non sono valorizzate dall’estetica. Cosa aspettarci quindi dal futuro Samsung Galaxy S10? Sicuramente un nuovo processore, probabilmente l’Exynos 9820, magari anche più memoria RAM. Raggiungere gli 8GB sarebbe l’ideale ormai, almeno per allinearsi alla concorrenza.

Il sensore per le impronte digitali naturalmente verrà integrato all’interno dello schermo. Saltato note 9 si passa la palla ad S10. Non siamo invece sicuri di trovare un sensore per il riconoscimento facciale 3D. Bisogna capire il che modo Samsung vuole muoversi, ma viste le poche informazioni presenti difficile dire se sia presente o meno.

Tutte queste modifiche hardware sono però inutili se non vengono valorizzate da un nuovo aspetto estetico. Guardate per esempio Huawei P20. Il processore è il medesimo di Mate 10, intanto però gli utenti sono rimasti affascinati dal suo aspetto estetico con cui la casa ha voluto marcare il netto stacco rispetto al passato. Che dire quindi, attendiamo e vediamo cosa la casa deciderà di mostrare.