Samsung Galaxy S10, si cerca di clonare il Face ID con gli esperti del settore

Samsung Galaxy S10, si cerca di clonare il Face ID con gli esperti del settore

Il Face ID di iPhone X ha stupito tutti e Samsung Galaxy S10 pare vada ad implementare un nuovo tipo di sensore che dovrebbe replicare quanto offerto dal top di gamma Apple. Con i nuovi Galaxy S9 la compagnia ha cercato già di implementare qualcosa di simile.

Si è cercato in primis di replicare l’ottimo sblocco facciale del melaphonino cercando di andare a replicare la sua funzione di sblocco. Galaxy S9 va quindi ad abbinare alla scansione dell’iride anche la scansione del volto 2D per cercare di rendere lo sblocco più veloce e sicuro.

Tuttavia non è che si sia raggiunto un livello qualitativo così ampio, stessa cosa per le Emoji 3D, che sono si divertenti ma qualitativamente scarse se confrontate a quelle di iPhone X.

Samsung Galaxy S10 avrà il Face ID

smartphone Android lettore di impronte digitali Face ID
smartphone Android lettore di impronte digitali Face ID

Non c’è bisogno di nasconderlo a nessuno, Samsung vuole cercare di portare su Galaxy S10 lo scanner facciale 3D, un sensore che sia in grado di offrire una qualità super elevata paragonabile o addirittura superiore ad iPhone. Per riuscire a fare le cose per bene la compagnia ha deciso di richiamare anche gli esperti di telecamere 3D Mantis Vision ed il produttore giapponese di moduli Namuga.

Unendo le forze i 3 cercheranno di creare un nuovo tipo di sensore TrueDepth che permetterà non solo di replicare le funzioni del melaphonino, ma saranno integrate tantissime altre funzionalità. Samsung Galaxy S10 permetterà così anche di eseguire acquisti in maniera sicura rendendo obsoleto il lettore di impronte digitali. Gli analisti lo avevano confermato, “iPhone X con il suo Face ID è almeno un paio di anni avanti alla concorrenza”.

huawei face id
huawei face id

Ecco infatti che per ora nessuno è riuscito a replicare questa funzionalità. Huawei ha mostrato in realtà qualcosa di molto simile, il problema è che il sensore in questo caso ha una dimensione veramente enorme, quindi non è possibile integrarlo negli smartphone. C’è quindi prima bisogno che il tutto venga ottimizzato per poi inserirlo nei dispositivi mobile.

Allo stesso tempo ricordiamo anche che Samsung sta cercando di realizzare, con scarsissimi risultati, un lettore di impronte digitali a schermo. Questo sensore doveva essere integrato su Galaxy S8, successivamente su Galaxy Note 8, poi si è spostato tutto su S9 e Note 9.  Alla fine, sempre secondo el famosi voci di corridoio, pare che sarà proprio Samsung Galaxy S10 il device che vedrà implementato questo nuovo chip.

Samsung Galaxy Note 9
Samsung Galaxy Note 9

Potremmo quindi ritrovarci effettivamente con un top gamma di inizio 2019 veramente completo dotato sia di scanner facciale 3D avanzato e (finalmente) lettore di impronte a schermo. In quel caso sarebbero poi gli utenti a scegliere cosa utilizzare a seconda delle proprie esigenze. C’è infatti chi vuole continuare ad utilizzare i classici sblocchi tramite impronte digitale e chi invece non può più fare a meno del Face ID di iPhone X.

Per ora comunque è troppo presto per sbilanciarsi oltre. Probabilmente non arriverà materiale “video” su Samsung Galaxy S10 prima di settembre/ottobre, periodo in cui Note 9 sarà già realtà. Ora però spazio a voi nei commenti. Avete avuto modo di paragonare il Face ID di iPhone X con il riconoscimento facciale e dell’iride di Samsung Galaxy S9? Quale preferite tra i due? Intanto continuate a seguirci visto che arriverà tantissimo altro materiale sui nuovi top gamma appena arrivati sul mercato.

Fonte | Citmt

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: