Samsung Galaxy Note 9, processore Exynos 9810 a 7nm ultra potente ed efficiente

Mentre attendiamo l’arrivo di Note 8 si parla di Samsung Galaxy Note 9 e delle novità che porterà all’interno del campo smartphone. Il prossimo top gamma è atteso per il prossimo anno e, almeno secondo i rumor, potrebbe adoperare un nuovo chipset a 7nm estremamente potente ed efficiente.

Il prossimo Note adotterà un processore Qualcomm Snapdragon 836, queste sono le indicazioni dei rumor. Non si tratta di un vero processore top gamma, semplicemente di una versione revisionata ed overclockata dell’attuale Socket. Per attendere salti da giganti dobbiamo quindi aspettare il 2018. Sia il Galaxy S9 che Samsung Galaxy Note 9 adotteranno il medesimo SoC Exynos 9810 che potrebbe essere realizzato con un processo produttivo a 7nm. La cosa è davvero strabiliante perché soltanto da qualche mesetto ha iniziato a prendere piede il 10nm, un passaggio così rapido verso processi produttivi ancora più ottimizzati è davvero sensazionale.

Questo particolare SoC dovrebbe essere in ogni caso di tipo Octa Core ed anche il lato GPU subirà un bel boost. Più che altro però il vantaggio dei 7nm sono come sempre le temperature, i dispositivi anche sotto stress tenderanno a scaldare sempre meno anche se attualmente è davvero difficile trovare un LG G6 o un S8 che scaldi, tanto per fare un esempio. In attesa di Samsung Galaxy Note 9 pensiamo per ora a goderci l’arrivo dell’ottavo modello.