Samsung Experience

Samsung si prepara ad un clamoroso cambio di rotta per quanto concerne l’interfaccia software implementata sui propri dispositivi aventi come sistema operativo Android. La TouchWiz, così come conosciuta finora ed evolutasi nel corso degli anni, lascerà infatti il passo a Samsung Experience. Una decisa rottura rispetto al passato, che però non dovrebbe stravolgere il percorso estetico e le funzionalità introdotte anno dopo anno di concerto con il lancio dei vari dispositivi di punta.

Samsung Experience sarà dunque il simbolo di un ecosistema ormai consolidato e avvinto dalla presenza di una moltitudine pressoché ingente di applicazioni proprietarie, pronte a spaziare in vari ambiti e settori di utilizzo (vedasi il browser Internet, ma anche i player musicali e client email). Le prime avvisaglie del cambio di rotta sono giunta nel corso degli ultimi giorni, a seguito del rilascio della nuova versione del firmware beta strutturato sull’ultima distribuzione software Android Nougat per Galaxy S7 ed S7 Edge. Samsung ha per l’appunto rimpiazzato, nell’informativa software, il nome TouchWiz con il più semplice ed immediato <<Experience>>.

Un indizio riverberato anche in data odierna, allorquando il colosso di Seoul avrebbe presentato – secondo indiscrezioni dell’ultima ora – una domanda di registrazione del marchio <<Samsung Experience>>, compresivo di logo ufficiale, all’EUIPO (Ufficio europeo di proprietà intellettuale dell’Unione). L’interfaccia potrebbe debuttare ufficialmente in occasione della presentazione di Galaxy S8 in scena al Mobile World Congress 2017, magari impreziosita da ulteriori migliorie rispetto al nuovo corso estetico <<Grace UX>> inaugurato sullo sfortunatissimo Note 7. Tra le novità tipiche di Samsung Experience siamo ad ogni modo certi che rientrerà anche l’assistente vocale di Galaxy S8 conosciuto finora sotto l’appellativo di <<Bixby>>, pronto a guerreggiare ad armi pari contro Cortana, Siri e Google Assistant.

via