LoopPay

Forse il nuovo servizio verrà incorporato già nel nuovo Galaxy S6 in arrivo  per il MWC di Barcellona

Alla fine, dopo tante indiscrezioni uscite nelle settimane scorse, è arrivata la conferma: la startup LoopPay è stata acquistata da Samsung con il chiaro intento di sfidare Apple Pay sul terreno dei pagamenti digitali wireless.

Al momento non sono stati resi noti i costi dell’operazione, però alcune indiscrezioni fanno sapere che LoopPay diverrà una divisione interna a Samsung e che il nuovo servizio potrebbe incorporato già nel prossimo smartphone della casa coreana, nello specifico il Galaxy S6, atteso al debutto al prossimo Mobile World Congress di Barcellona che si terrà nei primi giorni di marzo.

La differenza sostanziale tra LoopPay e Apple Pay consiste nel fatto che mentre il primo funziona con i lettori di carte magnetiche emulando in pratica, tramite un segnale magnetico, la strisciata che normalmente si effettua con una carta di credito e per questo motivo tale servizio potrebbe essere immediatamente compatibile con la maggior parte dei POS attualmente esistenti, il secondo, utilizza il sistema NFC (Near Field Communication) in cui per effettuare la transazione occorre avvicinare lo smartphone al POS in cui è presente un sensore adibito allo scopo.

Al momento il sistema di Apple è in grande espansione sul territorio americano e dovrebbe arrivare anche nel Regno Unito nel corso di quest’anno strizzando l’occhio anche al mercato cinese.

Una cosa che però potrebbe fare storcere il naso a molti è che il sistema acquisito ora da Samsung, mantiene una traccia di tutti i pagamenti effettuati raccogliendo così in questo modo dati sensibili sugli acquisti e le abitudini nonchè informazioni finanziarie del proprietario.