Rooms

Facebook presenta Rooms, nuova app pensata dal noto social network e che consentirà di creare stanze private dove condividere foto, video e pubblicare messaggi su specifici argomenti come accadeva negli anni 90!

In questi mesi la sicurezza e l’anonimato sono argomenti molto discussi, soprattutto quando si parla in termini di messaggistica istantanea ed in queste ore anche Facebook propone la propria soluzione, presentando la nuova applicazione Rooms, che richiamando quanto già visto in Internet negli anni 90, presenta delle stanze a tema, dove in forma “quasi” anonima, sarà possibile scambiare messaggi, pubblicare foto e video.

Come anticipato, anche Facebook ha scelto di realizzare un app in cui in modo anonimo è possibile scambiare messaggi e foto, però proprio a tutela della sicurezza e per un controllo maggiore dei contenuti pubblicati, il social network ha deciso di adottare particolari modalità di accesso ed utilizzo del servizio: per registrarsi sarà necessario fornire i propri dati reali anche se nelle stanze sarà possibile pubblicare attraverso un nick anonimo, così come per invitare qualcuno, si dovrà inviare uno speciale QR code, che l’invitato salverà nel proprio rullino fotografico e che verrà scansionato da Rooms, quando avviato. Inoltre, tutti i messaggi saranno salvati sui server Facebook.Stanze quasi anonime

Attraverso queste soluzioni, Facebook, potrebbe teoricamente, nel caso fosse necessario, risalire con facilità ad un particolare utente, reo di aver pubblicato materiale considerato inopportuno su una determinata stanza.

Stanze personalizzate

Le stanze create in Rooms, inerenti argomenti scelti dai creatori, potranno essere personalizzate nel layout, attraverso la possibilità di adottare diversi sfondi e temi, inoltre proprio come in un forum, sarà possibile nominare moderatori, fissare argomenti, limiti di età, impostare regole e bannare chi non le rispetta.

Facebook vuole dominare la messaggistica istantanea

Rooms, realizzata da Josh Miller, co-fondatore del sito web di discussioni Branch, acquistato da Facebook lo scorso anno, è l’ennesimo tentativo della società di Mark Zuckerberg di dominare il mercato della messaggistica istantanea, essendo già presente non solo con il proprio Messenger, ma grazie anche all’acquisizione di WhatsApp, ed il rilascio di Slingshot.

Al momento, Rooms è disponibile sono per dispositivi iOS e sull’App Store americano, anche se è previsto a breve il debutto anche su dispositivi basati su sistema operativo Android.

CONDIVIDI