Microsoft Paint RIP

L’epoca di Microsoft Paint sembra essere giunta alla fine con la prossima release di Windows 10 Fall Creators Update. L’applicazione di modifica delle immagini viene ufficialmente classificata da Microsoft come una “funzione deprecata“.

Microsoft Paint è da tempo un pilastro del sistema operativo Windows, che risale ad una versione monocromatica a 1 bit del programma rilasciato al fianco di Windows 1.0 nel novembre 1985. La società ha continuato ad aggiornare il software con gli anni e gli utenti sono cresciuti abbracciando l’insieme limitato di funzionalità che l’editor di immagini aveva da offrire. Nonostante l’eredità lasciata sia fantastica, permettendo l’illustrazione di progetti in formato digitale in modo piuttosto semplice, la prima interazione per gli utenti alla creazione di immagini su un computer è avvenuta proprio con il Paint originario.

Di certo non è una mossa che ci lascia spiazzati, era logico che Paint 3D (introdotto con Windows 10 Creators Update) avrebbe sostituito il suo predecessore a cui Microsoft avrebbe concentrato i suoi sforzi.

Sicuramente la notizia deluderà molti utenti che, per nostalgia o per praticità, sicuramente sentiranno la mancanza di Microsoft Paint dopo l’update a Windows 10 Fall Creators.