Ormai tutti sanno che WhatsApp è l’applicazione di messaggistica istantanea più utilizzata al mondo, divenuta per molti uno strumento prezioso e praticamente indispensabile per la comunicazione, basti pensare al panico generale che si crea ogni qualvolta l’app presenta dei problemi tecnici, come l’ultimo #WhatsAppDown.

Negli anni la chat è diventata sempre più completa, difatti è possibile condividere di tutto: si possono inviare foto, video, documenti, file audio, effettuare chiamate, videochiamate e chi più ne ha più ne metta.

La funzione più utile – specie per le persone un po’ morbose – è la famosissima spunta blu o l’orario di collegamento di un utente. Grazie a questi due dati è impossibile sfuggire all’occhio attento di una fidanzata gelosa o di un amico che ci sta insistentemente cercando nostro malgrado.

Da quando WhatsApp ha implementato la funzione delle spunte è nato una sorta di bonton automatico: com’è ormai noto a tutti, se la doppia spunta è blu significa che il messaggio è stato letto, perciò il più delle volte è praticamente d’obbligo fornire una risposta al mittente per non sembrare maleducati.

Naturalmente esistono delle eccezioni: in molti riescono tranquillamente a capire che magari un amico appena contattato non ha il tempo materiale di intrattenere una conversazione di chat proprio in quel momento, ma è un concetto che non tutti riescono a comprendere.

Inutile poi cercare di ignorare il messaggio che non si desidera leggere in quel momento ed aprire comunque l’applicazione di chat: in quel caso a tradirci è l’orario dell’ultimo accesso, in bella vista sotto a nostro nome.

Ed è proprio per quella minoranza che spesso si sente la mancanza dell’amata privacy, ma per fortuna WhatsApp ha deciso di venire incontro a questo tipo di esigenza e di fornire gli strumenti utili ad ovviare simili imbarazzi.

Come nascondere l’orario dell’ultimo accesso:

Grazie all’ultimo aggiornamento di WhatsApp, è stata implementata la possibilità di nascondere l’orario dell’ultimo accesso ai propri contatti. La funzione è attiva sia sui dispositivi mobili con sistema operativo iOS sia su Android.

Nel caso si disponga di un dispositivo Apple basterà aprire WhatsApp, andare su “impostazioni”“privacy” “ultimo accesso” ed infine selezionare “nessuno”.

Per chi possiede uno smartphone Android, invece, basterà andare su “impostazioni”“account” “privacy”“ultimo accesso” ed anche qui selezionare la voce “nessuno”.

Come nascondere la spunta blu:

Per eliminare la spunta blu, invece, il procedimento è lo stesso per tutti i dispositivi: bisogna andare su “impostazioni”“account”“privacy” scorrere in basso e togliere la spunta alla voce “conferme di lettura”. L’unica limitazione delle spunte blu si trova nelle conversazioni di gruppo, dato che rimangono escluse da tale modifica.



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: