Secondo i dati fiscali pubblicati da Capcom, il nuovo Resident Evil 7 è riuscito a vendere in totale circa 3,5 milioni di unità verso la fine dell’anno fiscale: un risultato minore rispetto ai 4 milioni prefissati dall’azienda giapponese che tuttavia si aspetta di raggiungere quota 10 milioni di copie vendute nel ciclo vitale complessivo del videogame.

Un obiettivo che può sembrare difficile da raggiungere, ma che tuttavia segue le orme dei precedenti capitoli del videogioco: “il ciclo di vita dei giochi sta diventando più lungo, anche grazie alle costanti vendite del mercato digitale; Resident Evil 4, 5 e 6 hanno venduto ciascuno tra i 7,5 e i 10 milioni di copie. Basandoci su questi dati cercheremo di raggiungere i 10 milioni complessivi anche per Resident Evil 7. Alla fine dell’anno fiscale Resident Evil 7 ha venduto 3,5 milioni di copie, mentre Monster Hunter XX ha raggiunto quota 1,7 milioni. Si tratta comunque di una solida partenza, considerando anche il breve tempo trascorso tra il lancio e la fine dell’anno fiscale. Le vendite di entrambi i titoli sono tutt’ora in costante crescita”, spiegano dalla Capcom.

Resident Evil 7 è disponibile su PlayStation 4, Xbox One e PC. Siamo ancora in attesa del rilascio del prossimo DLC, dal titolo “Not a Hero” il quale, come annunciato dalla stessa software house, è stato rimandato a data da destinarsi proprio a causa del successo del titolo (ulteriori dettagli disponibili nell’articolo raggiungibile al seguente link).