Lenovo Moto G4 Plus

Sappiamo tutti che Lenovo ha acquisito Motorola da un bel pezzo ed ora abbiamo la certezza che la compagnia abbia definitivamente deciso di puntare sul brand Moto, lasciando una volta per tutte o quasi il proprio nome all’angolo, complice anche il fatto di aver venduto oltre 14 milioni di unità Motorola nell’ultimo trimestre. Appartenente alla serie Moto oggi vi presentiamo la recensione di Lenovo Moto G4 Plus, leggermente superiore al Moto G4, che vedremo in seguito, molto equilibrato nella gestione quotidiana e senza troppe pretese, benché con un prezzo un tantino al di sopra della media.

La confezione arrivata in redazione non ci ha sorpreso granché: classica e senza troppa cura estetica presenta il telefono con il caricabatterie TurboPower 12V/1.2A e un cavo USB – Micro USB. Non presenti le cuffie, almeno per quel che concerne il box ricevuto.

DESIGN E MATERIALI

Lenovo presenta uno smartphone dalle dimensioni importati con un design arrotondato negli angoli e con un ampio spazio sia sopra sia sotto il display, che lo rendono poco utilizzabile appieno con una sola mano. Nello spazio superiore troviamo la fotocamera anteriore, il sensore di luminosità e lo speaker audio incorporato alla capsula auricolare. Nella parte posteriore invece troviamo il sensore delle impronte in rilievo e il microfono di sistema. Il comparto laterale destro presenta il bilanciamento del volume e il tasto accensione/spegnimento/blocco/sblocco; nulla il sinistro. Jack da 3.5 nella parte superiore e connettore microUSB nella parte inferiore. Il retro del device ospita una cover posteriore removibile realizzata con una plastica disegnata che ha lo scopo di conferire solidità alla presa nonché di evitare la formazione di impronte digitali. Al di sotto incontriamo una batteria non removibile, insieme agli alloggiamenti per le due micro SIM e per la memoria MicroSD. Non manca ovviamente la fotocamera posteriore con Flash LED dual-tone e il marchio Motorola impresso nella cover.

HARDWARE E PRESTAZIONI

Sebbene le sue specifiche tecniche non siano da top di gamma, questo Lenovo Moto G4 Plus  non ha destato particolari problemi nell’utilizzo quotidiano. È equipaggiato con un SoC Snapdragon 617 octa core fino a 1,5 GHz, affiancato da una GPU Adreno 405, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria interna espandibile tramite microSD con slot aggiuntivo per una seconda scheda SIM, Wi-Fi completo (802.11a, 802.11b, 802.11g, 802.11n e 802.11ac) con WiFi Direct e Bluetooth 4.1. Il lettore di impronte, posto al margine inferiore della parete anteriore, si presenta molto preciso e reattivo al primo sfioramento, ma viene messo in difficoltà se sfidato a dita umide. La fotocamera anteriore è da 4.92 megapixel, la posteriore da 15.93 megapixel e scatta in formato 4:3. Le prestazioni del dispositivo sono state positive: il telefono è molto equilibrato, complice anche la versione Android 6.0.1 stock che non appesantisce più di tanto il sistema, come invece avviene con le personalizzazioni adottate da altri produttori. Software e hardware si integrano alla perfezione, anche se qualche difetto è stato riscontrato, così come la mancanza di qualche funzione. Apprezzabili invece le gesture e la gestione delle SIM e della funzione “Non disturbare”, accessibili tramite i softkey nella barra delle notifiche.

Lenovo Moto G4 Plus nel nostro test con AnTuTu benchmark ha mostrato delle prestazioni che speravamo potessero essere migliori: 44779 il punteggio raggiunto. Sinceramente da un SoC octa core a 1.5 GHz ci aspettavamo un pochino di più, anche se poi è la RAM quella che tiene basso il valore finale.antutu-benchmark

Scheda tecnica completa

DISPLAY

Lenovo Moto G4 Plus è dotato di un display da 5.5 pollici con tecnologia IPS con una risoluzione pari a 1080 x 1920 pixel e una densità di 401 ppi (pixel per pollice). Il display è ben illuminato e non soffre particolarmente la luce diretta del sole. I colori sono vivi e precisi, sebbene il bianco tenda leggermente ad ingiallire se si punta il dispositivo da una visuale parecchio angolata, ma nulla di problematico. Il pannello è antigraffio ed è protetto dal vetro Corning Gorilla Glass 3. Spostando l’attenzione sulla luminosità, il sensore lavora egregiamente donando sempre una luce perfettamente congeniale alla lettura dei contenuti. Se volessimo trovare un piccolo difetto potremmo dire che il vetro è poco oleofobico: rimangono infatti diverse impronte digitali dopo il normale utilizzo e occorre spesso dargli una pulita.

CONNETTIVITA’

Cominciando con la ricezione del segnale, Lenovo Moto G4 Plus tiene fede alla tesi che vede i Motorola disporre sempre di un’ottima ricezione, sia con una sia con due SIM. Il Dual SIM è ben funzionante e permette di abilitare il traffico dati sia da una sia dall’altra SIM (a turno ovviamente), mentre risulta difettosa la ricezione dati che spesso perde la connettività e occorre disattivare e riattivare il tool tramite i controlli nella barra delle notifiche. Ottima la connettività Wi-Fi che supporta anche le rete a 5 GHz con lo standard 802.11AC, mentre assente è la connettività NFC, che invece avremmo voluto vedere.

FOTOCAMERA

Lenovo Moto G4 Plus, come anticipato, dispone di una fotocamera principale OmniVision OV16860 da 15.93 megapixel ƒ/2.0 e Flash a doppio LED che si comporta senza eccellere particolarmente. Utilizzando la risoluzione massima si arriva ad un risultato buono con formato 4:3, mentre per avere il formato 16:9 occorre scendere di risoluzione fino a 11.9. Buona la funzione che permette di aumentare al massimo la luce catturata dal sensore per avere dei buoni scatti anche con scarsa illuminazione, anche se nonostante tutto il rumore dato è evidente. È possibile anche avviare la fotocamera con una doppia pressione del tasto di accensione oppure eseguendo una particolare gesture che prevede la doppia rotazione del device. Fra le opzioni troviamo l’HDR automatico, la modalità manuale, i video al rallentatore e le foto panoramiche. La normale cattura video è in Full HD con 30 fps. Passando alla fotocamera anteriore da 4.92 megapixel nulla da segnalare, esegue il suo compito egregiamente senza particolari funzioni e offre il “flash” virtuale via software.

Gallery 11.9 MPX in 16:9

Gallery 16 MPX in 4:3

AUDIO

Lenovo Moto G4 Plus dispone di un altoparlante integrato nella capsula auricolare frontale che permette di restituire un suono discreto, non ovattato, che solo perde qualità se si utilizza il vivavoce in chiamata. Nulla che non sia stato già visto con prodotti dello stesso livello. Purtroppo sono assenti le cuffie, mentre apprezziamo decisamente la presenza della Radio Fm.

BATTERIA

La batteria è di 3000 mAh e mantiene una discreta autonomia facendo arrivare il dispositivo, utilizzato a pieno regime, a fine serata con una carica residua ridotta intorno al 15%. L’alimentatore in dotazione TurboPower è a 12V e 1.2A e ricarica lo smartphone abbastanza velocemente grazie anche al supporto per la ricarica rapida offerto dallo Snapdragon 617.

SOFTWARE

Il software di questo smartphone è Android 6.0.1 Marshmallow con interfaccia Moto Pure, una versione molto stock del sistema operativo di casa Google. Il launcher offre un’interfaccia senza App Drawer ma comunque molto reattiva e funzionale. Dunque parliamo di una personalizzazione minimale che si affida totalmente alle app Google. Il browser di navigazione è Google Chrome, comprensivo dell’app Foto che sostituisce “in toto” l’applicazione Galleria esistente di default. Lato Lenovo/Motorola troviamo solamente due app: Moto Display e Moto Actions. La prima permette di visualizzare le notifiche, sia in modo completo sia con una limitazione delle informazioni, anche se il telefono ha il display bloccato; la seconda, invece, gestisce alcune azioni rapide con delle gesture di movimento per accendere la torcia, far partire la fotocamera e così via. Molto buono il software che gestisce il lettore di impronte digitali, dato che premette l’accesso al telefono non appena viene sfiorato il sensore.

CONCLUSIONI

Lenovo Moto G4 Plus è sicuramente un buon telefono anche se leggermente caro per quello che offre. Soffre un pochino in ricezione dati (almeno con il terminale in nostro possesso) e manca di alcune personalizzazioni. Le app di sistema bastano e quelle che mancano possono essere sostituite con app presenti nello store, ma ci aspettavamo qualcosa di più completo. Il dispositivo è un 5,5 pollici che si inserisce, dunque, in un device con generose dimensioni poco fruibile da una sola mano. Il suo prezzo è di poco superiore ai 200 euro e può essere acquistato nei principali store sia fisici sia online.