uber

Uber, il più popolare e discusso sevizio di trasporto privato del mondo è da molti considerato come uno dei migliori mezzi di trasporto per velocità e risparmio, ma il curioso caso di cronaca avvenuto recentemente negli Stati Uniti, pone l’attenzione su una domanda: quanto è sicuro Uber?

Negli Stati Uniti, dove Uber è in assoluto uno dei servizi di trasporto privato più utilizzato in assoluto, diversi utenti si devono essere posti la domanda relativa alla sicurezza del servizio, tanto da portare alla nascita di un sito, WhosDrivingYou.com, che consente di conoscere la lista degli incidenti che vedono coinvolti gli autisti privati di Uber, ma il caso di cui parliamo, pur non essendo un incidente, dovrebbe porre l’attenzione non solo su l’autista che offre il servizio, ma anche su chi potrebbe eventualmente condividere il viaggio con noi.

Alcuni giorni fa, Dashawn Terrell Cochran ha deciso di rapinare un negozio a Parkville, nel Maryland. Armato di una pistola ed una bottiglia di Tylenol, si è avvicinato ad un cassiere del negozio e minacciandolo, ha svuotato l’intero registratore di cassa, decidendo, non essendo provvisto di un veicolo proprio, di affidarsi proprio al servizio offerto da Uber per darsi alla fuga.

uber

Fortunatamente, il tentativo di fuga, con tanto di autista privato ed a bordo di una lussuosa Lexus è durato poco, grazie alle autorità che sono riuscite ad intercettare ed arrestare il rapinatore, l’autista ed un altro passeggero che si trovava sulla Lexus.

Cochran è stato accusato di rapina a mano armata, furto ed aggressione mentre, come accertato da ulteriori controlli, sia l’autista che il passeggero sono stati rilasciati in quanto del tutto ignari di chi fosse salito a bordo dell’auto e del furto appena avvenuto, senza tra l’altro sapere che l’uomo con cui avevano condiviso il viaggio era armato e pericoloso. 

Questo curioso episodio dimostra come Uber, nonostante gli enormi vantaggi, soprattutto in termini di risparmio economico, non possa considerarsi del tutto sicuro e che oltre a dover “tenere d’occhio” chi sarà l’autista del nostro prossimo viaggio, sarà meglio controllare chi condividerà il viaggio con noi.

Qualcuno di voi è stato testimone di curiose storie su Uber? Raccontatecele attraverso i commenti che trovate qui sotto.

Via