PUBG: ping dei giocatori nuova chiave per il matchmaking

PUBG: ping dei giocatori nuova chiave per il matchmaking

Arriva nella giornata odierna l’annuncio da parte di PUBG Corp. riguardo il nuovo sistema di matchmaking di PlayerUnknown’s Battleground in prova a partire da questa settimana. Le novità riguardanti la feature che accoppia i giocatori nell’intento di creare una partita avrà infatti un parametro in più, non poco importante per giochi multiplayer di questo calibro: il ping.

In poche parole, il matchmaking di PUBG guarderà ora anche la qualità della connessione dei giocatori che vogliono iniziare una partita, in modo da selezionare giocatori con ping più simile possibile per equilibrare al massimo i match.

Una soluzione interessante che supera il vecchio metodo di matchmaking che, a tutti gli effetti, discriminava gli utenti con connessioni peggiori impedendogli di trovare partite (oppure il matchmaking finiva per durare moltissimo). Ci si aspetta ovviamente un leggero rallentamento della fase di matchmaking, dovendo ora il gioco controllare un parametro in più.

Questo il blog post ufficiale dell’annuncio che spiega anche che PUBG ha subito un rallentamento sulla sua tabella di marcia non tanto per il nuovo matchmaking ma più che altro per l’elevatissima presenza di cheater che ha occupato BlueHole più del previsto, costringendo l’azienda stessa a rallentare i lavori.

Il nostro principale obbiettivo rimane la stabilità del gioco e la fruizione dello stesso. Continueremo a fare del nostro meglio per migliorare e mantenere il giusto ecosistema, ottimizzando il gioco e fornendo nuovi contenuti.

Cosa ne pensate di questa piccola rivoluzione per PUBGSe non siete ancora riusciti a vincere la vostra prima partita su questo gioco, non perdetevi la nostra guida ricca di consigli per migliorare al massimo le vostre partite!

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: