Problemi con e-commerce

Ormai tutti compriamo sul web qualsiasi cosa e con l’aumento delle vendite degli e-commerce possono aumentare anche i problemi connessi. Ecco come fare a risolvere i diversi problemi con e-commerce che possono nascere in fase di acquisto online.

Se si acquista online un prodotto, magari da un venditore che non si conosce, si può incappare in alcuni problemi con e-commerce come il rifiuto, ad esempio, dello store online di effettuare un rimborso o di riparare un prodotto difettoso che è ancora in garanzia.

Come fare dunque a risolvere questi problemi con e-commerce? Un valido aiuto potrebbe arrivare a partire dal 15 febbraio quando sarà disponibile la piattaforma ADR (alternative dispute resolution) progettata dalla Commissione Europea con l’obiettivo di rendere più veloce la risoluzione delle dispute tra le parti evitando eventuali ricorsi alle autorità giudiziarie.

La piattaforma dovrà essere inserita e segnalata obbligatoriamente su tutti i vari siti di e-commerce e i consumatori potranno entrare nel portale e sporgere un reclamo o segnalare il non rispetto di un proprio diritto grazie ad un form online che sarà messo a disposizione.

La risposta potrà essere data in modo molto più rapido al consumatore che non dovrà attendere molto per avere una possibile risoluzione della questione. Si potranno, inoltre, evitare di sostenere eventuali spese legali dato che la soluzione del problema non avverrà più all’interno di un tribunale.

ADR è anche un’importante risorsa dal punto di vista dei gestori degli e-commerce che potranno avere l’occasione di far valere i propri diritti e dimostrare di aver rispettato tutte le leggi in vigore per quanto concerne la vendita online su siti di e-commerce.