Il colosso Facebook prosegue il suo Journalism Project: dopo aver portato le notizie sulla sua piattaforma, il prossimo passo è quello di consentire agli utenti di abbonarsi ad un determinato giornale direttamente dal social.

Il procedimento ricalca quello già in uso da alcune testate online: sarà possibile leggere gratuitamente un determinato numero di articoli al mese, ma una volta superata la soglia occorrerà abbonarsi se si vuole proseguire nella lettura di altri pezzi.

Lo stesso Mark Zuckerberg ha annunciato la novità in un lungo post condiviso sul suo profilo Facebook ufficiale: “Ho trascorso molto tempo nell’ultimo incontro con gli editori per parlare di come poter lavorare meglio insieme. Dato che sempre più persone ottengono più notizie da luoghi come Facebook, abbiamo la responsabilità di creare una comunità informata e di contribuire a creare una comprensione comune. Non possiamo farlo senza i giornalisti, ma sappiamo anche che le nuove tecnologie possono rendere più difficile per i publisher finanziare il giornalismo su cui tutti contano”, afferma il CEO .

“Per essere un partner migliore dell’industria della notizia, abbiamo lanciato il Facebook Journalism Project. Il nostro obiettivo è lavorare più strettamente con le newsroom per sviluppare prodotti come gli articoli istantanei e gli strumenti per i giornalisti per segnalare le loro storie. Stiamo anche lavorando con gli editori, i ricercatori e le università per aiutare le persone ad essere più informate sulle notizie che leggono online. Come parte di questo, stiamo per provare nuovi modi per aiutare i giornali a far aumentare i loro abbonamenti. Se le persone si abbonano dopo aver visto le notizie su Facebook, i soldi andranno direttamente agli editori che lavorano duramente per scoprire la verità e Facebook non prenderà alcuna percentuale”, continua il fondatore di Facebook.

“Cominceremo con un piccolo gruppo di editori americani ed europei entro la fine dell’anno e ascolteremo i loro commenti. In questa settimana stiamo anche effettuando un aggiornamento per aiutare gli utenti a capire più facilmente dove nascono le notizie che leggono su Facebook […] il nostro obiettivo è quello di mettere un logo di publisher accanto a tutti gli articoli di notizie su Facebook in modo che tutti possano comprendere meglio ciò che stanno leggendo. Dare voce alle persone non è sufficiente senza organizzazioni dedicate a scoprire nuove informazioni e analizzarle. Continueremo a sperimentare diversi modi per sostenere l’industria della notizia e assicurarci che i giornalisti e gli editori in tutto il mondo possano continuare a svolgere il loro importante lavoro”, conclude Zuckerberg.

La partnership tra il colosso di Menlo Park e le testate giornalistiche è nata nel maggio 2015, con il lancio degli gli Instant Articles, la funzione che permette di leggere le notizie direttamente all’interno del social con un caricamento di 10 volte più veloce rispetto alle pagine dei siti di informazione.

Di seguito il post originale condiviso da Zuckerberg:

I've spent a lot of time over the past year meeting with news organizations to talk about how we can work better…

Posted by Mark Zuckerberg on Mittwoch, 23. August 2017

FONTEMark Zuckerberg (Facebook)
CONDIVIDI
Articolo precedenteVodafone Happy Friday del 25 agosto 2017: 25% di sconto su Profumerie Douglas
Prossimo articoloSky, tutte le serie TV ed i film in arrivo a settembre 2017