Apple iPad mini 3

Con l’ultimo KeyNote, Apple entra nuovamente con forza nel mercato dei Tablet e lo fa spingendo non solo sul nuovo arrivato, l’Apple iPad Air 2, ma anche con il nuovo iPad Mini 3.

Punti focali: sottile con l’ultimo ritrovato di Retina Display.

Non mancano bei contorni come il TouchID, lo scanner di impronte digitali.

Ma andiamo con ordine.

Il design, sempre in linea con il marchio Apple, si rende più originale grazie ad una versione dorata, un’opzione di colore abbastanza inusuale.

Per quanto riguarda il display, tutti i nuovi iPad arrivano in mano al cliente con i nuovi Retina Display, risoluzione 2048 x 1536, 325ppi, non da meno lo schermo da 7,9 pollici dell’iPad Mini 3.

Non più presente il difetto del precedente iPad Mini con lo standard sRGB.

Chi si aspettava che tutti I nuovi iPad sarebbero stati forniti con il nuovo processore A8x rimarrà deluso. Solo l’iPad Air 2 seguirà la linea di iPhone 6 ed iPhone 6 Plus, l’iPad Mini 3 rimane con il suo processore A7 a 64bit. Immutata anche la quantità di ram, sempre 1gb. Migliorata invece la quantità di spazio di archiviazione, ora si parte dai 16 saltando direttamente ai 64 e 128gb.

Che ci crediate o no, molte persone usano i tablet per registrare video e scattare fotografie, pertanto più piccolo è il tablet più l’utente finale è spinto a farne questo uso. E’ per questo che l’iPad Mini 3 è stato fornito con una 5 MP iSight ed una 1.2 megapixel frontale.

Nessun cambiamento per quanto riguarda la durata della batteria, ormai in piena linea con i concorrenti Android e Windows Mobile: sempre 10 ore.

Per quanto riguarda tempi e prezzi, l’iPad Mini 3 sarà in vendita nei negozi già dal 24 Ottobre, prenotabile in prevendita già dal 17 Ottobre.

I prezzi partono con 399$ per la versione solo wifi, con circa 100$ di incremento sulla 64gb e sulla 128gb.

Le versioni con modulo 4g costeranno, invece, 529, 629 e 729$, aspettiamo di vedere quali saranno i prezzi in euro per il mercato italiano.

CONDIVIDI
Articolo precedenteiOS 8.1 disponibile da Lunedì con diverse novità!
Prossimo articoloAndroid 5.0 Lollipop, gli aggiornamenti OTA partiranno il 3 novembre