I videogiochi nella patria degli spaghetti, della lasagna e della pizza non hanno mai goduto da parte della massa di una reputazione molto positiva. Quanti voi gamers, sopratutto quelli più grandi si sono sentiti dire frasi del genere “Ma cosa fai adesso? Ancora giochi con queste cose?” oppure “I videogiochi sono il demonio fanno uscire pazzi e ci rendono violenti!”. Andiamo ad analizzare attentamente questi pregiudizi.

1 I videogiochi sono roba da bambini: 

Opinione comune è che i videogiochi sono prodotti per bambini. Ciò è assolutamente falso perchè la maggior parte dei videogiochi odierni presentano una certa complessità e profondità di gioco. Inoltre, nel caso dei giochi d’avventura quali Fallout , Far Cry, Uncharted e simili sono trattate tematiche che hanno poco a che fare con l’infanzia o che possano essere comprese da un bambino. Questo particolare è ancora più marcato per i giochi gestionali quali Football Manager, Civilization o Sim City. Cosa può capirne un bimbo di 6-10 anni di come si amministra una società calcistica, una civiltà o una città?

2 I videogiochi sono roba da Nerd/Asociali:

L’italiano medio ha in mente il videogiocatore come un sedentario occhialuto, asociale, isolato dal mondo e anche trasandato. Questa immagine gli è stata sicuramente trasmessa dai telefilm americani dove molte volte gli appassionati di computer ed elettronica sono ritratti in questa maniera. Esistono moltissimi appassionati di videogiochi che hanno una vita assolutamente normale sia da un punto di vista sociale che da un punto di vista dell’attività fisica. Ogni persona è diversa a prescindere dalle sue passioni.

3 I videogiochi sono pericolosi e rendono violenti:

Altra baggianata diffusa tra la massa. Come si sa ogni cosa può essere utilizzata in maniera diversa. Un coltello può essere impugnato sia dalla lama che dal manico. Ciò significherebbe che tutti coloro che sono appassionati di FPS sono dei potenziali killer spietati con tendenze omicide o che coloro che giocano a titoli sportivi come FIFA potrebbero prendere a pallonate le persone per la strada.

4 I videogiochi creano scientificamente dipendenza! Una volta che ci giochi non ti stacchi più

Pregiudizio diffusissimo! Ogni cosa può creare dipendenza e ogni cosa in eccesso può fare male, anche le cose salutari. Lo sport è una cosa sana ma in eccesso può fare male. La stessa cosa può valere per la lettura, la cucina, l’esporsi al sole in estate e via dicendo. Dipende dall’uso che se ne fa.

In conclusione i videogiochi sono un passatempo come l’altro e rappresentano sempre un’espressione della creatività e l’arte umana come la letteratura, il teatro, il cinema e la musica.