PosteMobile ci riprova e dopo due dall’arrivo delle prima versione presenta la Super SIM NFC che consente a ogni tipo di smartphone di effettuare acquisti wireless tramite Postamat e Postepay.

PosteMobile aveva presentato la SIM NFC nel 2012, nettamente in anticipo rispetto a tutta la concorrenza, ma il servizio soffriva di alcune pecche burocratiche che ne impedirono il successo. A distanza di due anni però e con il servizio Apple Pay per i pagamenti in mobilità ormai alle porte, PosteMobile ci riprova e presenta la nuova Super Sim NFC, che consentirà di trasformare il proprio smartphone in un vero e proprio mobile wallet per gestire il proprio denaro, effettuare pagamenti nei punti vendita abilitati NFC, fare bonifici, pagare bollettini, ricaricare SIM e Postepay, inviare denaro all’estero.

I Remote Financial Services, abilitati dal mobile wallet dell’AppPosteMobile, sono dal luglio scorso utilizzabili dai clienti BancoPosta di tutti gli operatori mobili, puntualizza Poste Italiane. “Questo importante passaggio ha consentito a PosteMobile di proporsi al mercato come un Over TheTop (OTT) nell’ambito dei Mobile Financial Services“.PosteMobile può vantare già oltre 3 milioni di clienti PosteMobile, dei quali circa 1 milione utilizza mensilmente i servizi di pagamento in mobilità e che grazie agli enormi vantaggi offerti da questo nuovo servizio evoluto, possono considerarsi potenziali clienti della nuova Super Sim NFC, decretandone il successo, ancora prima dell’arrivo effettivo sule mercato.

PosteMobile conferma inoltre che presto, la Super Sim NFC, supporterà nuovi servizi quali: trasporti, controllo accessi e programmi di loyalty e couponing, che si andranno ad aggiungersi a quelli già disponibili.

Per utilizzare i servizi della Super SIM NFC, acquistabile sul web o presso tutti gli Uffici Postali, sarà sufficiente scaricare l’App PosteMobile e inserire nell’App le carte Postepay e/o Postamat già in proprio possesso.

Via