Pokémon GO down

L’effetto Pokémon Go sta gradatamente dissolvendosi e con esso il mastodontico successo – condito da ricavi non trascurabili – raggranellato ad una manciata di giorni dal debutto ufficiale, datato ormai a luglio. I fenomeni distorsivi sembrano esser dunque un lontano ricordo ed il titolo di Niantic deve adesso fare i conti con la dura realtà: l’ingente perdita di utenti rappresenta chiaramente una logica conseguenza della fase di stallo, motivata dall’assenza di nuove funzionalità e migliorie alle meccaniche del gioco.

Una situazione insomma in picchiata, ma che pur tuttavia sembra non spaventare affatto la società statunitense con sede operativa a San Francisco, in California. Niantic ha in serbo nuovi jolly da metter sul banco ed in tal senso sono inequivocabili le parole dell’addì John Hanke in una intervista rilasciata alla redazione di TechCrunch. <<E’ sempre stata chiara, da parte nostra, l’intenzione di portare gradualmente nuovi Pokémon>> ha sentenziato il CEO di Niantic Labs. Che conferma e rilancia il proprio assets operativo, composto da cento persone tra collaboratori ed impiegati a tempo pieno.

Alla fine del mese scorso, alcuni utenti di Reddit hanno scoperto una porzione di codice, presente su Pokémon Go, che anticipa alcune importanti mosse dell’immediato futuro: il rimando va, nello specifico, alle battaglie tra allenatori e capacità di negoziazione. Due fattori abbastanza in voga tra i giocatori, e che verosimilmente rimpingueranno Pokémon Go già a partire dalle prossime settimane. <<Abbiamo sempre guardato ad un gioco che si svilupperà nel corso degli anni. Penso che Pokémon Go si evolverà in modo abbastanza sostanziale nel corso del tempo>> è l’affermazione di John Hanke, che non manca dunque di abbozzare una certa progettualità in fase di sviluppo e tenuta di quel che possiamo ascrivere come il gioco dell’anno.

Tra le novità di Pokémon Go vi sarà però anche il supporto ad Android Wear ed alla schiera di smartwatch attualmente in commercio. Possibilità inverata con forza a seguito delle parole del CEO di Niantic, seppur subordinata ad una considerazione di rilievo: <<gli smartwatch Android Wear e dotati di altri sistemi operativi dovranno dimostrare di essere interessanti come Apple Watch>>. L’entusiasmo generale sembra tuttavia esser disperso ma <<esistono diverse funzioni che possono esser aggiunte al gioco per mantenerlo interessante, emozionante e divertente anche nel futuro>>. Insomma, la strada è tracciata e vedremo in prosieguo quali saranno concretamente le prossime mosse di Niantic. Potete leggere l’intervista completa di John Hanke a questo indirizzo.

via



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: