Attraverso un comunicato ufficiale Sony annuncia la chiusura definitiva del servizio PlayStation Home, ambiente di vita virtuale 3D in stile The Sims che non ha mai raggiunto i traguardi sognati dalla società.

 

Sony ha dato vita al progetto PlayStation Home nel lontano 2008, con l’idea di realizzare sulla propria console PlayStation 3, un mondo virtuale 3D simile ai famosi giochi Second Life e The Sims, cercando di coinvolgere più utenti possibili, realizzando aree di gioco, chat, spazi virtuali relativi ad eventi reali come l’area “E3” dove erano disponibili video trailer e presentazioni dei giochi presentati durante la fiera dei videogiochi più famosa al mondo, il tutto comodamente dal proprio salotto, ma nonostante gli oltre 31 milioni di utenti iscritti al servizio in tutto il mondo, PlayStation Home non è mai decollato realmente, trasformandosi in un gioco, dove solo un numero relativamente ristretto di utenti, acquistava i vari oggetti presenti nell’apposito Store da Sony per personalizzare abiti ed appartamento, mentre la maggior parte degli utenti, dopo la curiosità iniziale abbandonava la propria ‘casa virtuale’, portando così Sony alla decisione di chiudere definitivamente il servizio dopo 6 anni di attività.

playstation home

In una parte del comunicato ufficiale rilasciato, Sony dichiara:

“PlayStation Home è stato al servizio della comunità PS3 dal lontano Dicembre 2008. Durante questo periodo, decine di milioni di utenti in tutto il mondo sono cresciute con la nostra piattaforma di social gaming, dando vita ad una fiorente comunità di giocatori creativi ed entusiasti … Vorremmo ringraziare tutti i nostri fan per supporto dato alla piattaforma PlayStation Home nel corso degli anni. “

A dare la scossa definitiva, aiutando Sony ha prendere questa decisione, poi hanno influito sicuramente i dati di vendite delle console degli ultimi mesi, con molti utenti passati da PlayStation 3 alla nuova PlayStation 4, dove PlayStation Home non è ancora presente e il cui sviluppo, avrebbe sicuramente inciso in modo importante nelle finanze della società ed a fronte dei risultati sicuramente non incoraggianti avuti su PS3, la scelta è stata quasi d’obbligo.

La società nipponica ha ufficializzato che il rilascio di nuovi contenuti ed oggetti acquistabili su PlayStation Home terminerà a partire dal mese di Novembre, con gli utenti che potranno comunque continuare ad effettuare acquisti fino alla fine di Dicembre, mentre il servizio, già chiuso da tempo in Giappone, verrà definitivamente chiuso il 31 Marzo 2015 in America del Nord ed Europa.

Cosa ne pensate della scelta di Sony di chiudere le nostre case su PlayStation Home? Aspettiamo i vostri commenti a riguardo.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteArchos: due nuovi smartphone low-range annunciati
Prossimo articoloNexus 6 con display da 5.9″ QHD e Android 5.0 confermati!
  • Geatano

    Io penso sia una cattiva idea

  • Arianna

    Sono triste perché è un gioco dove io potevo incontrare persone e amici e poi tutti gli acquisti,soldi spesi inutilmente,spero che almeno per la playstation 4 faranno una cosa del genere,perché io amo playstation home e non vorrei che chiudesse

    • orlroc

      Anche a me è dispiaciuto parecchio… era veramente un buon sistema per chattare e conoscersi… inoltre i soldi spesi per abbigliamento ed accessori, sono stati così buttati via…… un vero peccato!

  • Mario Franco

    Secondo me hanno fatto una grande caz***a a chiuderlo. Ok, va bene, capisco che hanno delle ragioni economiche buone, ma pensano sempre al grande, grande grande grande, e non pensano a quelle poche (che poi poche non sono) persone che ci hanno speso soldi e vita in quel gioco. Io ho incontrato la mia ex ragazza, e miglior amica del cuore in quel gioco. Perche chiuderlo, e soprattutto, perche non riproporlo per la PS4 cosi spingono ancor di piu le persone a prendersela, visto che i soldi sono l unica cosa che vogliono…