PlayStation 4 Pro

PlayStation 4 Pro trova finalmente il suo pieno ed effettivo inverarsi e con essa la stuzzicante epopea del gaming in 4K. L’annuncio arriva da Andrew House sul palco del PlayStation Meeting in scena a New York, occasione evidentemente propizia per svelare in pompa magna il nuovo corso delle macchine da gioco. Nessun salto generazionale marcato, bensì un mero – ma comunque importante – aggiornamento del lavoro orchestrato finora. L’appellativo <<Pro>> è indubbiamente significativo e certifica con forza il salto dell’asticella compiuto dall’attuale PlayStation 4.

La nuova console, già conosciuta ed anticipata a più riprese sotto l’identificativo <<Neo>>, è stata subito data in pasto alla stampa ed agli aficionados della compagnia giapponese. Il biglietto da visita è di tutto rispetto, giacché PS4 Pro sarà un concentrato di potenza – il doppio rispetto all’attuale versione presente sul mercato – necessaria per ottenere l’upscale grafico che porta il 4K nei videogiochi. <<Il 4K e l’HDR sono tecnologie già in giro da un po’ di tempo, ma solo ora è arrivato il momento di farle esordire sul gaming>> è stato il commento di esordio del CEO Andrew House al PlayStation Meeting.

PlayStation 4 Pro – più grossa se comparata ad una normale PS4 – costerà cento euro in più dell’altrettanto nuova versione Slim (399 euro con hard disk da un terabyte) e debutterà tutto sommato abbastanza speditamente: la data di ingresso sul mercato è il 10 novembre, dunque due mesi più tardi se restiamo ancorati alla variante compatta e sottile di PS4 (15 settembre, ndr). Le caratteristiche sono ad ogni modo di rilievo. Sony si è infatti affidata ad AMD per la produzione del processore (Jaguar a 8 core da 2,1 GHz) e scheda grafica (36 CU a 911 MHz), confermando conseguentemente gli 8 gigabyte di memoria RAM GDDR5 seppur con banda di 218 GB/s. Il risultato dell’upgrade è presto detto: supporto HDR ed il 4K. Servirà una televisione che supporti tale risoluzione, ma Andrew House ha comunque specificato che si potrà godere della maggiore potenza di calcolo anche sulle TV <<normali>> in HD.

Sony ha altresì posto alcune puntualizzazioni. Su tutti, la compatibilità di PlayStation 4 Pro con tutti i titoli progettati per PS4. <<Non ci saranno contenuti esclusivi per la versione Pro, ma ci saranno soltanto modi diversi di giocare agli stessi titoli>> è il commento di House. PS4 Pro sarà anche in grado di migliorare l’esperienza PlayStation VR. Gli sviluppatori potranno infatti aumentare la nitidezza delle scene, il frame rate, e altro ancora. Netflix e YouTube stanno sviluppando nuove applicazioni appositamente per la PS4 Pro.

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteGoogle Drive: cambiamenti nel sistema di salvataggio file
Prossimo articoloNuovo volantino Mediaworld, torna il tasso zero in 25 rate