PlayStation 4 Pro

PlayStation 4 Pro sarà perfettamente compatibile con la terza generazione dell’interfaccia SATA. A rimarcarlo è la stessa Sony, lesta nel far ordine ad una questione abbastanza intricata per colpa di alcune imprecisioni riportate in precedenza. Vale a tale stregua riannodare le fila del discorso, così da snocciolare nel dettaglio l’oggetto del contendere: qualche tempo addietro, il sito web nipponico 4Gamer aveva riportato una intervista a Masayasu Ito, Sony Interactive Entertainment Engineering Division Chief al fine di snocciolare nel dettaglio le caratteristiche salienti della nuova console Sony (a quell’epoca non ancora ufficializzata).

Ebbene, venne affermato in quell’occasione che sia PS4 Slim che PS4 Pro avrebbero usato l’interfaccia SATA II per collegarsi all’hard disk. La realtà ha però assunto connotati diversi ed è per questo che la rettifica di Sony è certamente dovuta. Gli hard disk montati sulla PlayStation 4 Pro potranno insomma beneficiare degli accorgimenti e peculiarità messe in rilievo dalla terza generazione dell’interfaccia SATA, che promette di ridurre i tempi di caricamento complessivi: si parla, nello specifico, di una velocità di trasferimento dei dati dall’hard disk da 3.0 Gbit/s (tipici di SATA II) a 6.0 GBit/s (prerogativa invece di SATA III).

Bisognerà tuttavia toccar con mano e verificare se, all’atto pratico, il supporto SATA III possa portar benefici: per farlo occorrerà attender il debutto sul mercato di PlayStation 4 Pro, ormai programmato per il prossimo 10 novembre. La console Sony sarà disponibile, come oramai noto da qualche settimana, al prezzo di listino di 399 euro, dunque cento euro in più se rapportati alla PS4 Slim già presente nei negozi e catene di elettronica dallo scorso 15 settembre.

via

CONDIVIDI
Articolo precedenteApple Watch: sarà in grado di riconoscere gli utenti dal battito cardiaco?
Prossimo articoloFacebook e Google si uniscono per finanziare il cavo internet transoceanico da Hong Kong a Los Angeles