teardown Galaxy Note 8
teardown Galaxy Note 8

Proprio alcuni giorni fa abbiamo visto il test di durata di JerryRigEverything in compagnia del Galaxy Note 8, il risultato non è stato niente male. Ma, sarà altrettanto positivo il giudizio del team di iFixit che si è cimentato sul teardown di questo nuovo phablet dell’azienda sudcoreana?

Il processo di teardown Galaxy Note 8 inizia con la rimozione del pannello posteriore in vetro con l’ausilio dello strumento iOpener per ammorbidire l’adesivo che mantiene saldo il componente. Già da qui il team nota che, durante la rimozione della back-cover, il  cavo del sensore di impronte digitali potrebbe essere danneggiato. La buona notizia sta nel fatto che molte componenti sono tenute insieme attraverso le viti Philips di ottima qualità. Dopo aver rimosso i connettori per la ricarica wireless ed il telaio centrale è possibile vedere la batteria al centro del dispositivo, posizione differente rispetto alle generazioni precedenti di Galaxy S e Galaxy Note, tenuta ferma con la colla.

Dopo aver rimosso la batteria è possibile raggiungere la scheda madre e le fotocamere del dispositivo. Fortunatamente, la porta USB Type-C ed il jack per le cuffie da 3,5 mm possono essere facilmente sostituiti in caso di guasti in quanto non saldati con la scheda madre (a differenza di quanto abbiamo visto durante il teardown Essential Phone).

teardown Galaxy Note 8

Il teardown Galaxy Note 8 termina con un punteggio insufficiente pari a 4 su 10. Di certo non è un risultato deludente quanto quello di Essential Phone, ma ci aspettavamo sicuramente un grado di riparabilità maggiore per uno smartphone dal costo di 999 euro.