Android

Uno dei grandi misteri della tecnologia mobile e che molti di voi si chiedono continuamente è come un iPhone può funzionare senza problemi con solo 1GB di RAM mentre i dispositivi Android hanno bisogno di almeno 2 GB o 3 GB  per girare agevolmente.

Secondo Quora, una rete sociale dedicata all’informazione dove gli utenti possono pubblicare domande e risposte su qualunque argomento, la differenza sostanziale si deve al fatto che le applicazioni Android utilizzano Java.

Insieme con l’uso del linguaggio Java lavora un processo chiamato “garbage collection”; una volta che un utente Android chiude un app, il processo di garbage collection si occupa di svuotare la memoria utilizzata, e questa sarebbe un’ottima cosa. Il problema è che questo processo, al fine di pulire la memoria utilizzata dall’applicazione appena chiusa, richiede dalle quattro alle otto volte la memoria utilizzata in precedenza, per svolgere il compito di pulizia rapidamente e se la memoria non è disponibile, l’intero sistema ne risente con i rallentamenti.

Perché iOS non utilizza questo processo di pulizia della memoria?

Tanto per cominciare non necessita di tanta memoria perché non utilizza applicazioni Java, e in secondo luogo, Apple ha progettato iOS per usufruire solo della memoria necessaria, e non di ulteriore memoria da utilizzare da processi di pulizia. E’ per questo che un iPhone con 1 GB di RAM può superare a volte le prestazioni dei telefoni Android.

Questa è solo una piccola risposta che potrebbe in qualche modo soddisfare la vostra curiosità, per i più curiosi e desiderosi di sapere di più, sicuramente potranno trovare ulteriori approfondimenti in rete che possano soddisfare i loro dubbi.