OnePlus Community Build

OnePlus, attraverso la sua Forum Page ufficiale ha annunciato l’imminente disponibilità della Community Build di OxygenOS 3.5 per il suo ultimo smartphone top di gamma che ha conquistato i consumer portando alla vetta le vendite, attualmente in sospeso in vista di nuove forniture che colmino la domanda dei consumer. La nuova Oxygen 3.5 CB introduce alcune nuove funzionalità interessanti che vertono, nel particolare, su:

  • Miglioramenti alla GUI
  • app OnePlus rinnovate e migliorate, incluso l’orologio, il tempo ed il file manager
  • Miglioramento del software relativo all’app fotocamera
  • Impostazioni aggiornate e funzionalità di personalizzazione migliorate

Il team OnePlus, tra le altre cose, mette in evidenza il fatto che i cambiamenti più importanti non sono visibili ad occhio nudo ma si celino in alcune ottimizzazioni di piattaforma relative alla semplificazione dei processi elaborativi. In futuro, ad ogni modo, la società cinese si impegnerà ad una sempre maggior presenza attiva nel ruolo di releaser per gli aggiornamenti al prodotto, per un sistema sempre efficace ed al passo con i tempi. Il rilascio della nuova Community Build di OxygenOS 3.5 per OnePlus 3 consentirà di testare e fornire nuove versioni software in anteprima e sulla base delle richieste e dei feedback dell’utenza, al fine di realizzare (nel limite delle possibilità) un sistema privo di bug e build che, in nessun caso, presentino delle limitazioni funzionali o dei rallentamenti.
Tra l’altro, la società ha anche specificato che la CBuild OxygenOS 3.5 include i seguenti bug:

  • Assenza del sistema Android Pay
  • Disponibilità app OnePlus soltanto in inglese
  • Problemi prestazionali
  • Problemi alla GUI nell’utilizzo di temi personalizzati
  • System UI Tuner instabile (Consiglio: non utilizzarlo in quanto potrebbe causare problematiche gravi risolvibili solamente via factory reset)
  • Necessità di ri-registrare le impronte digitali qualora si avesse il sistema di autenticazione delle impronte attivato

Puoi accedere al testing tramite link ed effettuare il flashing tramite ADB sideload. Nel test-period non saremo inoltre in grado di ricevere update OTA ufficiali.

VIA

CONDIVIDI
Articolo precedenteDayDream, la realtà virtuale vista da Google è ormai pronta
Prossimo articoloHuawei P9 Plus si aggiorna alla versione c432 in Italia