OnePlus 5

Stando a quanto si dice sul forum di XDA Developers, OnePlus 5 utilizza un trucchetto per barare durante l’esecuzione dei benchamark. Il sito, popolato da specialisti del settore, ha notato che il terminale presentato nella giornata di ieri (soprattutto le versioni review del telefono) incrementa le prestazioni del nuovo Snapdragon 835 quando sottoposto a benchmark: il problema è che il dato che scaturisce dai test non è indicativo delle performance del telefono in generale, poiché il SoC non sarà performante come appare durante le operazioni quotidiane.

La tecnica utilizzata da OnePlus 5 per “imbrogliare” sarebbe quella di tenere 4 degli 8 core presenti sul nuovo Snapdragon sempre a velocità massima: i singoli core hanno una velocità massima pari a 1.9GHz che risulta essere la frequenza a cui girano 4 core il 95% delle volte. Al contrario, senza questo meccanismo attivo, i core arrivano a massimo regime circa il 25% del tempo.

Detto questo, il terminale gode lo stesso di una buonissima velocità, i dati dei benchmark sono sempre relativamente importanti. E’ anche vero, però, che OnePlus avrebbe potuto non esaltare questo aspetto, evitando questa brutta figura.

In risposta a queste accuse da parte di una community così competente, l’azienda ha riposto tramite il suo CEO, Carl Pei, su Reddit. In sostanza l’azienda dice che il telefono tratta le applicazioni che fanno grande uso di CPU (come giochi 3D e app simili tipo i benchmark appunto) nello stesso modo. Gli utenti XDA hanno però trovato tracce specifiche del trattamento “speciale” che il OnePlus 5 riserva alle più famose app di benchmark.

Pei ribadisce poi che “Quando gli utenti lanciano i benchmark si aspettano che il telefono li esegua alla massima potenza, così da evidenziare le caratteristiche del terminale alla massima velocità”.

Voi cosa ne pensate? Vi fidate della parola dell’azienda o pensate che l’abbiano veramente fatto apposta per enfatizzare il device sulla concorrenza?

CONDIVIDI