OnePlus 3

La scelta di immetter sul mercato una versione più rifinita ed aggiornata di OnePlus 3 non ha convinto fino in fondo chi, incurante delle strategie della giovane azienda di Shenzhen, aveva deciso di acquistare l’originaria versione dello smartphone top di gamma presentato appena una manciata di mesi or sono. La preoccupazione di esser abbandonati da un punto di vista squisitamente software, unita alla decisione di OnePlus di arrestare la produzione del dispositivo, si è ben presto riverberata in polemiche e critiche.

L’azienda ha pertanto messo i classici <<puntini sulle i>>, rassicurando per la seconda volta gli attuali possessori di OnePlus 3. Eloquente è in tal senso la dichiarazione ufficiale della compagnia cinese, che fa il paio con alcune dichiarazioni rilasciate qualche giorno addietro alla redazione di Android Authority: <<OnePlus 3 continuerà a ricevere aggiornamenti in parallelo con OnePlus 3T fino a quando i due dispositivi non raggiungeranno la fine del loro ciclo di vita>>.

OnePlus 3 e OnePlus 3T sono, ribadisce la società di Shenzhen, due versioni dello stesso smartphone. Ne consegue che entrambi riceveranno puntuali aggiornamenti, così come dimostrato nel corso di questi ultimi mesi, confermando appieno l’intenzione del brand di voler migliorare in termini di supporto e rapidità di rilascio delle varie release di Android. Una prova evidente sarà pertanto rappresentata dalla distribuzione di Android Nougat 7.0, che dovrebbe approdare – seppur sotto forma di Community Build – sull’originario smartphone top di gamma entro lo spirare del mese di novembre, per poi essere rilasciato il mese successivo in versione stabile su entrambe le versioni smerciate quest’anno.

Nessun timore di esser abbandonati o di esser vittima di un supporto software a correnti alterne, dunque, e l’esperienza occorsa ai tempi di OnePlus X e OnePlus One sembra esser ormai superata. Almeno nelle dichiarazioni e rassicurazioni. Per i fatti basterà adesso attendere il corso degli eventi.

via