OnePlus 2

OnePlus 2 riceve a sorpresa un nuovo aggiornamento software. No, non si tratta di Android 7.0 Nougat – stante il fermo diniego del produttore cinese – bensì di semplici correzioni a fastidiosissimi bug palesatisi in questi ultimi mesi. E così, malgrado una base hardware comunque importante nonché bastevole per far girare alla perfezione l’attuale ultima versione del <<robottino verde>>, i possessori del successore di OnePlus One dovranno ripiegare ed accontentarsi sulla nuova OxygenOS 3.5.9, ancora ferma <<al palo>> su base Marshmallow 6.0.1.

Nessuna novità in senso assoluto, dal momento che la sopra menzionata versione dell’interfaccia OnePlus ha il compito di archiviare un dato problematico più volte segnalato dagli utenti: quello inerente, nello specifico, la connettività voLTE. La compagnia di Shenzhen aveva promesso importanti sviluppi già a partire dai mesi scorsi, e benché il bug non sia stato affrontato in modo esplicito con la precedente OxygenOS 3.5.8, è soltanto in queste ultime ore che il problema può senz’altro dirsi risolto. I possessori di OnePlus 2 potranno inoltre beneficiare di correzioni ad altri bug, oltre che ad una maggiore stabilità del sistema.

Di Android 7.0 Nougat non v’è invece traccia e l’unica strada per testare le novità distintive dell’attuale versione del sistema operativo mobile di Google (multiwindows, toggles rapidi rivisitati, notifiche interattive e modalità di risparmio energetico <<Doze>> migliorata) è ancorata al modding, di cui OnePlus 2 (e più in generale gli smartphone Android commercializzati dal produttore cinese) è ambasciatore. Chi è rimasto fedele alla OxygenOS potrà invece accontentarsi di aspettare la notifica a mezzo OTA (Over The Air) dell’ultima 3.5.9 e della risoluzione delle problematiche alla connettività voLTE. Al momento non sappiamo quali altri accorgimenti possa aver orchestrato OnePlus, in particolare per quel che riguarda la sicurezza, con un aggiornamento delle patch Android.

VIAPhoneArena
CONDIVIDI
Articolo precedenteIn Super Mario Odyssey non ci sarà alcun “Game Over”
Prossimo articoloTest di ricarica: OUKITEL K6000 Plus VS iPhone 7Plus