onedrive

Come era lecito aspettarsi, dopo l’annuncio di Microsoft di voler tagliare le soglie di storage sul proprio cloud OneDrive, gli utenti hanno deciso di far sentire la propria voce, insorgendo su forum, siti di petizioni online e direttamente nei gruppi online della casa di Redmond.

Come già riportato su Keyforweb.it, Microsoft ha deciso di rivedere verso il basso le soglie di storage a disposizione degli utenti OneDrive, che già da oggi passano da illimitate ad 1TB per le utenze Office 365, mentre a partire dal 2016, passeranno da 15GB a 5GB per tutti gli altri utenti. Questa decisione improvvisa da parte di Microsoft ha portato fin da subito come conseguenza, l’attivazione di una petizione su Change.org, con la richiesta di ripristino delle vecchie soglie e raggiungendo in poche ore quasi il traguardo delle 5.000 firme.

Altra manifestazione del dissenso degli utenti OneDrive è presente anche nel sito ufficiale uservoice di OneDrive, dove è stato pubblicato un post dall’inequivocabile titolo “Give us back our storage” (ridateci il nostro storage), dove un utente, definendosi fan di lunga durata di OneDrive, mostra il proprio disappunto per il provvedimento adottato da Microsoft, chiedendo il ripristino delle vecchie soglie. Il post in poche ore ha ricevuto già quasi 50.000 voti, dimostrando, così come i tanti commenti allegati,  come la decisione di Microsoft non sia affatto piaciuta agli utenti.

onedrive

La speranza è che ora Microsoft dia ascolto a tutti questi feedback negativi, tornando sui propri passi e ripristinando le soglie di OneDrive, calmando così i tanti utenti pronti altrimenti a migrare velocemente verso una delle tante offerte cloud gratuite attualmente presenti in rete.